Come sapete per me gli immobili non sono un investimento.

La casa è una sicurezza personale, la manifestazione effettiva del raggiungimento di un obiettivo o la patrimonializzazione dei propri beni ma non è un investimento.

Il mattone è un bene illiquido, costoso e con troppe variabili che non dipendono da noi per essere considerato un buon investimento.

E la cosa che mi fa profondamente incazzare è chi si vanta dei propri guadagni astrofisici sull’investimento immobiliare. Per carità ci saranno anche persone molto brave ma non considerano MAI i costi nascosti (a dire il vero neanche troppo) per l’acquisto di una casa.

Avete notato come questo ninja da quattro soldi assomigli ad un agente immobiliare di Tecnocasa?

Vabbè, torniamo a noi.

Quando vi dicono che hanno comprato una casa a 100k e poi l’hanno rivenduta a 130k pochi anni dopo i vostri simpatici cazzari dimenticano SEMPRE di includere nell’acquisto i costi nascosti.

E preciso non sono ne nascosti ne tanto piccoli:

  • ISTRUTTORIA, POLIZZA E PERIZIA – E’ obbligatoria. Viene definita dalla banca ma in genere è di circa 1600€
  • PRELIMINARE DI VENDITA – La registrazione del preliminare costa all’incirca 500€
  • MUTUO – Se prendete un mutuo avete il costo del finanziamento TAN e il costo complessivo del finanziamento TAEG. Ne abbiamo parlato qua. Al costo del mutuo dovete aggiungere l’imposta sostitutiva sul mutuo: varia dallo 0,25% se si tratta di una prima casa, altrimenti 2% sull’importo erogato.
  • SPESE DI AGENZIA – Il 99,9% delle case vengono vendute tramite agenzia. La percentuale varia a seconda della città o della zona, ma varia tra il 3% e il 5%.
  • IVA – Si dovete pagare l’Iva. E’ il 4% se prima casa altrimenti 10% sul valore dell’immobile, ma solo se compri dal costruttore. Nel caso acquistiate da privato si paga invece l’Imposta di registro  E’ il 2% se prima casa oppure il 9% del valore catastale dell’immobile.
  • IMPOSTE – Ipotecaria e catastale 50€ cad. se prima casa e acquisto da privato, 200€ se acquisti da costruttore
  • NOTAIO –  Circa 3000€ per l’atto di compravendita e tra i 1500€ e 2000€ per l’atto del mutuo.

Insomma,al prezzo di acquisto dovete aggiungere circa un 8% al valore totale dell’immobile.

Quindi se volete acquistare una casa per viverci ogni centesimo speso vale il sacrificio e la spesa che ne avete fatto.(sempre coscienziosamente e nei limiti del vostro budget).

Ma se ragionate a livello di investimento beh fatevi i conti per bene.

All’investimento per acquistare l’immobile aggiungete quelli per i piccoli lavori di ristrutturazione, l’acquisto di mobilio e delle varie tasse connesse al possesso di una casa (come l’IMU seconda casa).

Siete sicuri che riusciate a pareggiare i costi di “investimento” con l’affitto? E chi vi dice che quando lo rivenderete la vostra città (o quartiere) sia ancora attraente?

E poi considerate sempre che non si può vendere una casa in un schiocco di dita, servono sempre diversi mesi. Un immobile insomma è un bene illiquido.

In sintesi: vi sembrano poche come rotture di coglioni?

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE

FONTE IMMAGINE: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Ninja_The_Last_Thing_You_See.jpg