Dopo avervi spiegato come è composto il vostro iban e come funziona una carta di credito facciamo un’altra emozionante guida su quale causale bonifico scrivere quando inviate dei pagamenti!

Pronti? Eccitati?!

Ti senti per caso preso in giro? 

Fai bene, siete così rincoglioniti che devo farvi la guida pure su come andare a cagare (esiste eh).

Smettila di fare il buffone. Ricomponiti.

Andiamo quindi al dunque. 

COSA E’ LA CAUSALE DEL BONIFICO

La causale è, in parole spiccie, il motivo per cui tu invii una determinata somma di denaro a qualcuno.

Senza scrivere una causale precisa, chiara e coerente con il pagamento effettuato non si può ordinare il pagamento del bonifico e questo perché la banca (e gli organi di controllo) non sanno per cosa è motivato il vostro spostamento di denaro.

In qualche modo la causale del bonifico è come lo scontrino fiscale quando andate a fare la spesa e sono segnati i vari oggetti che comperate: dentifricio, pasta al bergamotto, dilatatore anale, etc.

PERCHÉ FARE ATTENZIONE A SCRIVERE LA CAUSALE DEL BONIFICO

Come abbiamo  in alcuni recenti articoli di cronaca scrivere una causale di merda può comportare piccoli problemi con la legge e a una serie di controlli fiscali sia sulla provenienza sia sulla legittimità del trasferimento.

In soldoni: il bonifico viene inviato dalla banca ma poi arriva l’agenzia delle entrate a chiedervi il perché lo avete fatto e per quale cazzo di motivo.

Quindi evitate di scrivere cazzate tipo “pagamento 2 grammi di cocco” o roba simile perché poi vi si inculano a sabbia.

E questo perché, e vale anche per il denaro contante, la ADE vi segnala ma poi siete voi a dovergli spiegare le ragioni del movimento. E non basta la testimonianza di babbo o del vostro amico.

I PROBLEMI TERRA TERRA DELLE CAUSALI

Il grande problema per noi comuni mortali che vogliamo semplicemente trasferire del denaro tra amici e parenti e che non sappiamo come fare per scrivere questi cazzo di causali.

Il trasferire una cifra dal mio conto a, ad esempio, quello della mia fidanzata viene considerato dall’agenzia delle entrate come un guadagno da parte della mia fidanzata. Quindi, tecnicamente, in futuro lo stato potrebbe chiedere di pagare le tasse su quel versamento.

E lo stesso vale se volete trasferire denaro ad amici, conoscente, parenti lontani.

Come fare quindi per evitare rotture di coglioni?

CAUSALE BONIFICO PARENTI, AMICO, FIDANZATI, ETC

Risolvere questa grana è tutto sommato semplice, basta scrivere la giusta causale

BONIFICO CAUSALE PRESTITO O DONAZIONE CAUSALE PER PARENTI, AMICI O FIDANZATE/I

In questo caso “fingiamo” di aver inviato un prestito di natura infruttifera (senza interessi) al nostro beneficiario. La causale sarà: “Prestito di natura infruttifera per (grado di parentela o amicizia) ________ “

CAUSALE RESTITUZIONE PRESTITO AD UN AMICO

 “Restituzione prestito (infruttifero) ricevuto in data ________ ” oppure: “Restituzione prestito (infruttifero) per __________ “”.

BONIFICO CAUSALE PAGAMENTO RATA DI UN CONTRATTO

“Pagamento scadenza del contratto del ____ “, se invece pagate una fattura “Pagamento fattura n. __ del __”

CAUSALE TRASFERIMENTO DI DENARO SU UN ALTRO VOSTRO CONTO

Il più semplice di tutti, vi basta scrivere: “Giroconto”

CAUSALE TRASFERIMENTO DI DENARO SU UN CONTO DEPOSITO

La causale per un bonifico su un vostro conto deposito (tipo quello di FCA) può essere o “Giroconto” oppure “Girofondo”

BONIFICO CAUSALE ACQUISTO OGGETTI

In questo caso siamo un po’ al limite ma possiamo pagare qualcuno dicendo di avergli comprato un oggetto usato e inserendo come causale “Pagamento per acquisto oggetto … in data …  ev. seriale …”. Ma attenzione se fate tante volte questo bonifico ADE potrebbe comunque dirvi che state facendo attività d’impresa e siete soggetti a pagare le tasse come commerciante.

CONCLUSIONI

Queste sono le causali dei bonifici più comuni che troverete nella vostra vita. Per il trasferimento di denaro tra amici o compagni usate il primo modello di causale. 

Ad esempio a me capita spesso di pagare l’affitto in un unico bonifico ricevendo poi i soldi dalla mia compagna, lei utilizza sempre la prima formula per trasferire il denaro.

Nel caso aveste dubbi oppure queste causali non fanno al caso vostro potete trovare altre varianti qui.

Vi ricordo inoltre che non potete inviare il bonifico a qualsiasi ora (cioè potete farlo, ma poi dovete aspettare) ma per farlo arrivare al giorno corretto dovete conoscere gli orari di Cut-Off bancari e inviarlo entro quell’orario.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • BUDDYBANK: 40€ gratis se aprite un conto corrente come nuovo cliente usando il codice 589733
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ in regalo con VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 

FONTE IMMAGINE: JROCHA 3341

Tagged in:
Bonifico, CAUSALE, Regole