Dall’inizio della pandemia lo scorso marzo i governi italiani hanno messo su carta e prorogato ad ogni DCPM una manovra importantissima: il blocco licenziamenti.

Era una manovra necessaria per non far andare la gente per strada con i forconi e a prendersi bacilli mortali come quelli del Covid. Si tratta quindi una manovra necessaria ed stata attuata da Conte e verrà confermata da Draghi con il Decreto Sostegno.

Ma tra un po’ di tempo questa estensione di trimestre in trimestre finirà. E diciamoci la verità: a meno di miracoli economici le aziende falliranno e non potranno più mantenervi come dipendenti.

Insomma in tanti perderanno il lavoro e dovranno riadattarsi ad un nuovo mondo o imparare nuovi lavori.

Non dovete buttarvi dalla finestra perché, come sempre, esistono delle soluzioni. Soluzioni razionali e programmate che necessitano di costanza e impegno.

BLOCCO LICENIZAMENTI SOLUZIONI PER PREPARARSI

Già a dicembre avevo fatto due guide (parte uno e parte due) in cui cercavo di darvi soluzioni su come muovermi in questi periodi tortuosi.

Alcune delle linee guida rimangono valide ma vorrei estendere il ragionamento per tutti e non solo per quelli che si cagano addosso per lo sblocco licenziamenti.

Siamo tutti, anche se in diversi periodi, in bilico e usare la teoria della piramide delle priorità finanziarie vi aiuterà a come guidare le vostre risorse monetarie. 

COSA E’ LA PIRAMIDE DELLE PRIORITÀ FINANZIARIE

Questa piramide rappresenta il modello di come dovete gestire i vostri fondi.

Ogni gradino rappresenta un passaggio in alto della vostra condizione economica e monetaria e uno step in più verso la vostra serenità mentale futura. E’ liberamente ispirato alla piramide di Maslow e ai 7 baby step di Dave Ramsey ma mi prendo il copyright per il nome.

COME GESTIRE IL PROPRIO DENARO PIRAMIDE PRIORITARIA

Vi dovete stampare nel cervello questa immagine. Questo è il percorso che, tutti e ripeto tutti, seguono nel gestire le proprie finanze.

Non prevede deroghe e non si possono saltare step a minchia. Bisogna passare per ogni livello e questo sia per chi è sostanzialmente sereno del proprio lavoro sia per chi teme lo (s)blocco licenziamenti.

SPIEGAZIONE DEI VARI GRADINI DELLA PIRAMIDE

Ho già analizzato ogni cacchio di step che vedete nella piramide quindi farò una breve sintesi, per il resto leggete gli articoli linkati in rosa o andate nella WikiCafona.

CREAZIONE LIQUIDITÀ E GESTIONE BUDGET

E’ un concetto molto semplice: trovatevi un lavoro sia come dipendente che come partita iva e imparate a gestire le vostre spese facendo un budget. Capite le vostre spese e fatele rientrare sempre con i vostri incassi. Se avete uno stipendio fisso è facile, come partita iva è più difficile, quindi non spendete tutti i soldi che vi arrivano ma ammortizzateli per tutto l’anno.

FONDO DI EMERGENZA

Vi ho sfondato la minchia con il fondo di emergenza ma questa è la vostra ancora di salvezza per il futuro,

Il fondo di emergenza è composto da un minimo di 3 fino ad un massimo di 12 mesi di vostre spese fisse ed essenziali per sopravvivere. Queste spese comprendono:

  • Affitto o mutuo
  • Spese di gestione casa (luce, gas, internet, condominio)
  • Spese alimentari o di pulizia
  • Tasse varie ed eventuali (rateo Imu, bollo auto, etc)
  • Spese di trasporto (costo dell’abbonamento pubblico, benzina, etc)

Fatto questo calcolo mensile di spese moltiplicatelo per 3/6/9/12 e avrete la cifra del fondo di emergenza da mettere da parte. Questa è la vera salvezza nel caso decada il blocco licenziamenti.

Potete anche investire in depositi svincolabili il fondo in modo da avere il denaro disponibile sempre e guadagnarci qualche spiccio, ecco come faccio io.

INVESTIMENTI LIGHT

Quando avrete una sufficiente liquidità mensile, avrete capito come gestire il vostro budget e avrete riempito il vostro fondo emergenziale sarete pronti a fare i primi investimenti.

Non si tratta di investimenti grossi ma di un primo allenamento per addestrarsi al big step.

Gli investimenti light per quanto mi riguarda sono:

  • Corsi, letture e in genere acquisti di materiale per migliorare le vostre competenze personali e lavorative
  • Conto Deposito
  • Assicurazione sanitaria e sulla vita
  • Fondo pensione integrativo

Qui le teorie sono molte quindi gli investimenti light sono una scelta molto relativa alla vostra predisposizione mentale e alla vostra situazione storica: un conto deposito in periodo di inflazione galoppante è un’inculata. una partita iva forfettaria perde tutti i vantaggi fiscali del fondo pensione, etc.

Ma se siete arrivati a questo punto siete già abbastanza colti per scegliere il da farsi e su quali strumenti puntare.

INVESTIMENTI HARD

Gli investimenti hard sono quelli che possono mandarvi fallito e farvi piangere per decenni se sono mal pensati, quindi quando decidete di fare il passo USATE IL CERVELLO.

Sostanzialmente si tratta di 3 investimenti:

  • Creare una propria società
  • Acquistare casa
  • Investire nella borsa e in titoli azionari (o meglio in ETF) o anche in criptovalute.

Scegliere la casa sbagliata o il mutuo sbagliato può farvi perdere tantissimi soldi, investire in titoli di un paese fallito può far crollare a zero i vostri risparmi, creare una società ad cazzum può mandarvi sotto un ponte.

Son tutte cose che dovete mettere in conto ma seguendo la piramide finanziaria non state andando alla cieca: il fondo pensione vi permetterà comunque di aver accantonato contributi, il conto deposito di avere dei soldi da parte, il fondo di emergenza la liquidità per affrontare gli imprevisti, etc.

Se invece vi va tutto bene… complimenti!

COSA SERVE PER SEGUIRE LA PIRAMIDE FINANZIARIA

Quello che la piramide delle priorità finanziarie vi ficca in testa è che dovete usare il cervello e dovete imporvi delle priorità.

La priorità è che dovete rinunciare a qualcosa oggi per migliorare la vostra situazione un domani. Invece di comprare stronzate dovete tenervi quei soldi in tasca e metterli da parte per garantirvi una serenità monetaria (e psicologica) futura.

E questo schema vi insegna la costanza. Siete degli adulti non dei bambini, quindi controllatevi ogni giorno. Ora siete come dei crackkomani ma al posto del crack siete dipendenti da acquisti compulsivi.

Dovete ripete come un mantra: “priorità priorità priorità”.

Non vi è chiaro o forse non volete pensarci ma state mettendo in gioco la vostra sanità mentale futura.

I soldi sono la maggior causa di stress psicologico individuale e creano un circolo vizioso di depressione personale, litigi di coppia e panico famigliare. Invece di spendere soldi in Xanax o in qualche psicologo rincoglionito incapace di vivere manco la sua vita tenetevi le mani in tasca timbratevi a fuoco questo schema.

COSA C’ENTRA LA PIRAMIDE FINANZIARIA CON IL BLOCCO LICENZIAMENTI

Ci siamo arrivati con calma ma penso lo abbia già intuito.

Non sei sicuro di essere tra quelli che verranno licenziati in caso della fine del blocco licenziamenti, non sei sicuro che la tua società potrebbe fallire. Forse l’economia italiana, fra 1 anno, andrà come un treno e allora non avrai manco problemi a trovare un nuovo lavoro.

Ci sono troppi ma e forse. E sono ma e forse che non sono legati alle tue scelte ma ad una serie di incastri internazionali, nazionali e aziendali. Il tuo controllo su questi elementi è minimo ma puoi controllare invece le tue scelte individuali.

Hai già seguito questi step? Bene, bravo!

Non li hai seguiti? Allora accelera! Non farti trovare impreparato. Raggranella tutti i soldi possibili e completa il tuo fondo di emergenza al massimo possibile. Riduci le spese e incrementalo, aumenta i mesi in cui sei coperto con le spese.

Quando sarai senza lavoro post blocco licenziamenti, a quel punto, non dovrai preoccuparti di non avere i soldi per le bollette o per l’affitto ma potrai concentrarti razionalmente, e con calma, in cose più importanti, come acquisire nuove competenze e rimetterti sul mercato del lavoro.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: punti membership extra per le carte tradizionali o 5% di cashback per 6 mesi con una carta Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€.
  • YAP: 50€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE

Fonte immagine: Autore: Manna Copyright: GABANA-Studios-Cairo