Ognuno di noi ha sognato una volta nella vita di diventare milionario. Trovi un meme stock tipo GME, vinci al superenalotto o la schedina, ricevi un’eredità di colpo. Ma lo sapete che chi vince alla lotteria torna povero nel giro di 2 anni?

Se ci pensate non è nemmeno una cosa cosi assurda, basta paragonarla a un evento sportivo: cosa succederebbe se di improvviso foste scelti per partecipare alla maratona di 40km alle Olimpiadi?

perchè chi vince alla lotteria torna povero

Esatto! E questa non è neanche una delle ipotesi peggiori!

Sicuramente, anche se siete dei buoni atleti amatorial,  fareste una figura di merda colossale come tempo, ma questo se riusciste a finire la gara altrimenti potreste andare incontro a: disidratazione, prese per il culo mondiali, rottura di un arto oppure fareste vivere agli spettatori una scena gore come il collasso dei vostri legamenti. Potreste anche schiattare di colpo, eh.

E questo non perché siete delle pippe storiche ma perché non siete allenati

SCIENTIFICAMENTE PERCHE CHI VINCE ALLA LOTTERIA TORNA POVERO?

Prima di tutto un dato statistico: l’87% delle persone che vincono alla lotteria tornano poveri in meno di 24 mesi.

Tanti ci mettono ancora meno perché muoiono poco dopo la vincita (primo esempio, secondo esempio, terzo esempio). Visti la statistica io sinceramente dopo una vincita mi gratterei i coglioni.

Uno studio del CNR nel 2017 ha dimostrato che il gioco d’azzardo è un’abitudine interclasse. E’ un vizio a cui sono soggetti sia benestanti che poverissimi e i meccanismi irrazionali che lo regolano non hanno confini culturali. Quindi non è detto che se vinca quei soldi una persona già benestante sappia gestirli meglio di un disoccupato, la loro fine sarà probabilmente la stessa.

I motivi per cui chi vince alla lotteria torna povero sono diversi e sviluppati in diverse analisi sociologiche:

  • IL DENARO NON HA VALORE

I soldi da vincita, in quanto non guadagnati con il sudore, sono visti come meno importanti. Si usano quindi per investimenti più rischiosi, per acquisti del cazzo e sperperandoli in maniera plateale. Insomma salta completamente la percezione del rischio.

Avete presente Joey di Friends quando viene preso per una grossa parte come attore? Ecco!

  • OTTIMISMO IRREALISTICO

Chi vince pensa di essere baciato dalla fortuna e di essere benedetto dal cielo. La fortuna della vincita non viene vista come una botta di culo esclusiva ma come una futura costante della vita.

E allora si fanno cazzate come provare sport pericolosi, guidare veicoli a 300 all’ora o a provare qualsiasi tipo di droga. Cosa può succedere di male se aumenti il rischio di morire? Beh, muori.

  • SENSO DI COLPA

Ci sono alcune persone che sentono un senso di colpa personale nell’avere tanto denaro, ancora di più se è guadagnato in maniera ingiusta.

Questo tende a creare un meccanismo mentale atto a giustificare la propria vincita portando a regalare grandi somme a parenti e amici (destabilizzando i rapporti e diventando dei bancomat viventi) oppure ad enti di carità. Spesso oltre le cifre vinte con la lotteria

PER GESTIRE I SOLDI BISOGNA ESSERE ALLENATI

Nonostante ci siano illustri sociologi e studiosi che tentano di capire i fenomeni irrazionali del gioco d’azzardo vorrei scrivere anche la mia personale e rozzissima opinione su perchè chi vince alla lotteria torna povero.

L’ho spiegato all’inizio ma lo ripeto: bisogna allenarsi

Come in uno sport, in un videogame gestionale, in un gioco di carte oppure anche solo per dimagrire non serve il pensiero e la botta di culo per diventare bravi e raggiungere l’obiettivo finale: bisogna impegnarsi e, soprattutto, bisogna allenarsi.

L’esempio della maratona all’inizio è un esempio calzante anche per la gestione del denaro. Essere pronti a gareggiare degnamente una corsa di 40km è uguale a gestire il proprio denaro in maniera oculata e pensando al futuro. E questo perché bisogna essere pronti:

  • FISICAMENTE – Il corpo deve essere pronto sia allo sforzo fisico che a subire lo stress della disciplina
  • MENTALMENTE – Bisogna essere allenati nel comprendere i propri limiti caratteriali, a capire quanto si è resistenti e pronti a rischiare, vincere o essere sconfitti
  • PSICOLOGICAMENTE – Bisogna comprendere come si reagisce allo stress, come si riesce a gestire la gara e a come affrontare degli intoppi di percorso
  • ANALITICAMENTE – Come è il tracciato? Quali sono i miei avversari? In quali punti sono migliore di altri? Tutte domande a cui si puoi rispondere solo analizzando se stessi prima, dopo e durante l’esperienza sul campo.

Visto che una gara di atletica e la gestione del denaro non è così differente?

E questo perché chi vince alla lotteria si trova improvvisamente con tutto il denaro possibile in mano. Ha tutto ma gli manca la cosa più importante: le conoscenze e l’addestramento.

Insomma non auguratevi la botta di culo, può essere fatale. Pensate piuttosto a costruire il vostro percorso, a lavorare con intelligenza, a scegliere i prodotti finanziari giusti ed ad istruirvi. Il tempo sarà il vostro miglior amico

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: punti membership extra per le carte tradizionali o 5% di cashback per 6 mesi con una carta Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€.
  • YAP: 50€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE