Continuiamo con la guida personale per principianti e parliamo oggi della gestione delle spese personali e come acquistare nel modo migliore.

Saper comprare bene non è solo una soddisfazione personale ma un vero modo per tenere più soldi in tasca e soprattutto far lavorare meglio i vostri sudatissimi guadagni.

Anche qua però c’è un problema. Io non voglio fare il filosofo da 4 soldi ma la finanza personale è strettamente legata alla psicologia personale e, in qualche modo, alla sociologia.

Una società capitalistica “impone” di usare i propri soldi per comprare oggetti che ti qualificano socialmente. Questo meccanismo porta il saldo di entrare/uscite sempre a 0 facendovi andare in un cortocircuito economico che finisce in culo solo a voi.

Quindi, anche oggi, ci sarà una bella premessa psicologica.

gestione spese e acquisti personali finanza

COSA INTENDO PER SPESE E ACQUISTI

Tutti noi diamo un significato un po’ diverso alle stesse parole. Questo dipende dalla nostra cultura, dalla zona di provenienza geografica oppure da una nostra personale visione delle cose.

Il titolo dell’articolo si riferisce alle spese ma riguarda in realtà due macro categorie: spese e acquisti.

Queste due parole hanno un significato simile ma, nella mia visione, non sono sinonimi in quanto riguardano due aspetti diversi.

SPESE

Le spese per me sono quelle uscite indispensabili per la propria sopravvivenza giornaliera, sono insomma la base della piramide di Maslow.

Generalmente sono anche costi fissi e in particolare sono:

  • Affitto o mutuo
  • Luce e gas
  • Telefonia e internet
  • Alimenti e cibo

Tutte queste sono spese essenziali e non si può vivere senza. Inoltre sono spese difficili da abbattere in maniera significativa.

Si può comunque lavorare per minimizzare l’esborso economico (tipo scegliere il migliore mutuo o la casa giusta in affitto). Allo stesso modo si può lavorare per spendere meno sui costi di luce e gas. Nel dubbio ho già parlato qui del costi per andare a vivere da soli.

A differenza degli altri punti su alimenti e cibo si può risparmiare molto ad esempio andando a cena fuori il meno possibile e facendo la spesa al supermercato in maniera oculata.

Ma se mangiate di merda per comprarvi l’iphone siete dei coglioni.

ACQUISTI

Gli acquisti invece sono tutte le uscite finanziarie non essenziali ma che migliorano la qualità della vita come ad esempio:

  • Iscrizione in palestra
  • Acquisto di un nuovo pc
  • Vestiti
  • Esborsi per hobby
  • Vacanze
  • Vizi

Questi acquisti vanno fatti con una rigida logica e razionalità senza farsi prendere dalla compulsività, ciò non significa comprare seguendo i propri istinti.

Ho scritto una marea di articoli su questo tema sotto il tag Acquisti, quindi spaccatevi gli occhi a leggerli.

IL LATO PSICOLOGICO NEGLI ACQUISTI

Non sto facendo un manuale di psicologia comportamentale ma per diventare dei buoni risparmiatore e gestore delle finanze personali bisogna essere contro i tempi e un po’ rivoluzionari.

Tutti i recenti movimenti di finanza personale (dal minimalismo al FIRE) seguono proprio la direzione di andare contro il sistema guadagna/compra/crepa e sulla rivalutazione dell’aspetto piscologico piuttosto di quello dell’accumulazione di beni.

GLI OGGETTI SONO OGGETTI

Il primo punto su cui tutto verte e la rivalutazione del valore del denaro e, in generale, degli oggetti. 

Come vi avevo già accennato nella prima puntata gli oggetti sono e rimangono degli oggetti.

Un oggetto non può essere un fine della vita. Al massimo può essere un mezzo.

Quando accetterete questa massima avrete già fatto un grosso passo avanti nel vostro percorso finanziario. Gli oggetti sono belli, utili, funzionali e migliorano la vita, ma non sono la vita e non vi renderanno felici.

COME VERRAI VISTO DAGLI ALTRI

Un altro problema psicologico è che, in Italia perlomeno, il denaro è un argomento taboo. Non si parla mai di quanto si guadagna (se non per fare gli sboroni) e ancor meno si parla di debiti o problemi personali. Non si ha quindi occasioni di confrontarsi sul tema.

E’ quindi socialmente disdicevole rifiutarsi di pagare una cena alla romana quando si è bevuto una coca cola e il compagno di tavola s’è magnato l’intero zoo di Berlino (tossici inclusi) o, ancora, non si può raccontare dell’incredibile sconto su un acquisto altrimenti si fa la figura dei taccagni.

A COSA ANDRETE INCONTRO

Se scegliete di fare un percorso di miglioramento della finanza personale dovete accettare che andrete contro corrente, di litigare spesso con altre persone e spesso potreste essere guardati come degli alieni.

Fottetevene. Siete voi nel giusto. Siete voi che tra 30 anni sarete con le finanze in ordine e saranno gli altri che piangeranno in qualche programma su rete 4. 

Dovete tirate fuori i coglioni e andare controcorrente, anche perché l’accettazione sociale non vi salverà da futuri problemi personali.

COME COMPRARE BENE

Abbiamo l’infarinatura su come valutare correttamente il valore di una spesa o di un acquisto, ora bisogna precisare un ulteriore paragrafo.

Per aumentare i soldi in tasca e realizzare il proprio obiettivi ci sono due maniere:

  • Guadagnare di più
  • Risparmiare

Le due cose possono andare di pari passo ma se chiedere un aumento non è facilissimo (e soprattutto non può succedere ogni mese) risparmiare si può fare costantemente.

Certo, a un certo punto si raggiunge un limite a quante cose si possono eliminare ma tranquilli non è ancora il vostro caso. Maledetti accumulatori seriali.

Ci sono varie modalità per imparare a spendere meglio il proprio denaro e minimizzare le spese, vediamole.

FARE UN BUDGET

Se avete le mani bucate il modo migliore per risolvere il problema è quello di fare dei budget di categoria. Ogni mese prendete i vostri risparmi e definite quanto dovete spendere:

Esempio: se prendete 1200€ di stipendio suddividerete così i conti

500€ sono di affitto

150€ per la spesa

80€ per le spese delle utente

150€ per le uscite e cosi via.

Dei 1200€ almeno il 15% (180€ quindi) li mettete sempre da parte o li tenete per le emergenze.

Spendete di più per la spesa questo mese? Bene prendete i soldi extra da un’altra categoria. Ad esempio fate un aperitivo in meno.

In passato le nonne dividevano i soldi mettendo il contante in diverse buste. Il concetto è simile ma potete fare lo stesso con qualsiasi funziona progetto o salvadanaio della vostra banca oppure attraverso un app come Wallet by Budgetbakers.

ELIMINA O RIDUCI LE PICCOLE SPESE

Nella vita bisognerebbe porsi le domande da 10.000€ e non quelle da 1€. Ma visto che i 10k sono un miraggio e qui lottiamo per il centesimo dobbiamo porci anche le domande da pochi euro.

Scrivendo l’articolo sui 5 peggiori acquisti della mia vita mi sono reso conto che ho fatto davvero difficoltà a trovare 5 oggetti. Non perchè sia sempre stato un gran risparmiatore ma perchè la maggior parte dei soldi li ho buttati in piccoli e piccolissime acquisti.

Gli acquisti da 1€ (come il caffè o la bottiglietta d’acqua) o le abitudini quotidiane (tipo sgasare con la macchina) sono i modi migliori per bruciare velocemente denaro.

Sul momento sono acquisti da pochi euro, giusto? Ecco, provate a sommarli!

In diversi casi ho dimostrato come facendo alcuni piccoli sforzi si possono risparmiare 100€ al mese, se invece volete infartare guardate quanti soldi vi siete bruciati (letteralmente) comprando erba per 10 anni.

FARE UNA LISTA DI ACQUISTI

Ho scritto questo trick così tante volte che mi sono auto annoiato.

Il concetto è semplice ed è preso a pieni mani dalle teorie minimaliste: prendete un pezzo di carta e scrivete gli oggetti che vorreste comprare o vi servono.

Ogni tot settimane rileggetelo e aggiornatelo, se un oggetto rimane nella lista per più di 3 mesi lo volete davvero, altrimenti è solo ingordigia.

SFRUTTA LE PROMOZIONI E COMPRA QUANDO DECIDI TU

E vabbè, grazie al cazzo dirai.

Preso atto dei punti precedenti tu ora sei una persona estremamente razionale. Hai i soldi in tasca, sai quanto valgono, hai una lista precisa delle cose che ti servono e in generale sai che sono oggetti, niente di importante.

Non vai quindi più in giro per le strade, vedi una vetrina e 30 secondi dopo hai meno 400€ sul conto. No, tu compri con coscienza.

Avrai quindi fatto le tue ricerche e saprai cosa vuoi e a quanto. Quel quanto può essere raggiunto con un po’ di culo (tipo trovare l’offerta grazie a Keepa) e tramite sconti e promozioni.

Gli sconti possono avvenire su 2 livelli 

  • Lato pagamento (tipo: cashback su carta)
  • Sconti, promozioni o offerte

Sta a voi aspettare il momento giusto per comprare e incrociare tutte le possibili offerte. Ho parlato di questa mia teoria sacra nel concetto di #AcquistiTaccagni quindi farò silenzio.

MA CON QUESTI SOLDI CHE RISPARMIO CHE CI FACCIO?

Bravo, mio giovane deficiente. Non hai capito un cazzo.

Ora che ti ritrovi più soldi in tasca grazie alle mie massime da quattro soldi puoi progettare il tuo futuro e vivere il tuo presente più serenamente.

Ti ricordi che il denaro è un mezzo no? Bene, spendendo meglio stai aumentando il tuo denaro e quindi aumentando i mezzi a tua disposizione. Ora puoi ragionare su come rendere il tuo presente migliore e progettare il tuo futuro. 

Questo concetto si chiama investimento. Ma lo vedremo nella prossima puntata.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE