Se siete dei semi minimalisti, odiatori di oggetti e particolarmente tirchi sarete già delle cinture nere nel vendere oggetti usati sia online che offline quindi questo articolo vi servirà molto poco.

Nel caso invece siate ancora nella fase compulsiva della vostra vita o, peggio ancora, state impazzendo per quantità di monnezza che avete in casa questo articolo vi sarà utilissimo soprattutto per mettere un po’ di spicci da parte (magari per investirli).

PERCHÉ VENDERE I PROPRI OGGETTI USATI?

Visto che hai postato la giffina in cui pensi di aver fatto i miliardi ti fermo subito… non li farai.

Questo perché hai comprato oggetti inutili, secondo perché gli oggetti si deprezzano velocemente, terzo perché aho ma sei scemo? Pensi di fare il denaro facile e veloce in un attimo?

Ma allora perchè dovresti vendere i tuoi oggetti usati? 

  • Per liberare la tua casa da polvere e oggetti inutili
  • Ecologia: tu non li userai ma qualcun altro si
  • Sbloccare un capitale immobilizzato (quegli oggetti valgono dei soldi, ma quel valore è fermo in un cassetto)
  • Aumentare la propria liquidità

Non ti spiegherò come fare a riconoscere gli oggetti inutilizzati perché trovi tutte le info che cerchi (e uno schemino da 3 elementare) in questo vecchio articolo sul decluttering!

DOVE VENDERE I MIEI OGGETTI USATI?

Insomma i motivi per fare un bel paio di cartoni di oggetti usati e metterli in vendita spero ti sia chiaro. In qualche modo stai dando nuova vita a quegli oggetti sia perché la utilizzerà qualcun altro sia perché guadagni dei soldi che potrai reinvestire in altre attività.

Perfetto, ora vediamo i negozi online e non dove è possibile vendere oggetti usati. Tanti li conosci già ma in mezzo ci sono un po’ di miei feedback del cazzo!

EBAY

Ci sono due tipi di persone al mondo: chi conosce ebay e chi è un eremita nel sahara.

Non avendo tra i lettori dei beduini immagino che conosciate tutti questa piattaforma per la vendita online e non debba spiegarvi passo passo come funziona se non, al massimo, dirvi che si tratta del sito di aste online (ma non solo) più grande al mondo..

Personalmente non mi sono mai trovato benissimo con ebay ma questa piattaforma mi ha insegnato una legge eccezionale: la gente compra qualsiasi monnezza!

Mi è capitato più volte di mettere in vendita oggetti di pregio e non ricevere manco un’offerta però i cazzo di pantaloni di H&M se li contendevano a colpi di mazzate. Assurdo.

Perciò niente scrupoli e vendete tutto.

SUBITO

Posso dirlo? Subito è la mia preferita perché è più larga, non è legata alle aste e soprattutto è su base territoriale rendendo più semplice la vendita di grossi oggetti.

Insomma Subito è la naturale evoluzione di quello che era il giornale porta portese solo portato XXI secolo. 

Su subito ho venduto davvero di tutto: dal pc, alla macchina sino a mobili e a ottiche fotografiche, in tutti casi incontrando persone per bene (o quasi).

Quello che vi consiglio è di essere un minimo originali nella descrizione, di postare l’annuncio solo di mattina (se lo postate di sera la mattina successiva è già in terza pagina) e di fare attenzione ai truffatori.

Un annuncio del cazzo che ha generato 1500 risposte e tante madonne

Piccolo trucchetto d’esperienza: invece di pagare l’adv di subito cancellate l’annuncio dopo 3 o 4 giorni e ricaricatelo papale papale.

FACEBOOK MARKETPLACE

Facebook Marketplace è un altro posto meraviglioso dove vendere qualsiasi cosa. E’ un po’ più confusionario di Subito perché è la rappresentazione del bulimismo del social di Zuckerberg ma rimane un ottimo modo per vedere oggetti usati online.

In particolare ho notato che vengono via come il pane tutti i mobili che hanno come tag “Ikea”, quindi anche se non è del marchio scandinavo mettete questa keyword nell’annuncio. 

E proprio per questo su Facebook Marketplace ho venduto un armadio e un divano (peraltro rimettendoci 5 euro rispetto all’acquisto) in pochissimo tempo.

Avrete anche l’occasione di conoscere delle persone instabili mentalmente come quello che, per non affittare un furgoncino, si caricò un armadio pax 4 metri * 3 su una Picasso:

Da Roma centro ai Castelli Romani (40km) così.

Ecco il problema di marketplace è che è legato al vostro account privato quindi incontrerete spesso stalker o tipi che vi propongono scambi esotici (mi hanno proposto delle mozzarelle, una volta).

DEPOP

Incominciamo con Depop per sciorinare la sfilza di app simil instagram dedicate alla compravendita di oggetti usati. 

Depop, che tra le altre cose è un unicorno italiano, è stata la prima app a sfruttare la navigazione da social per la vendita tra privati. All’inizio si trovava un po’ di tutto, ormai è specializzata in vendita di vestiti usati per donne.

Personalmente l’ho usata nei primi anni di vita e mi ha regalato diverse sorprese ma poi è diventata, a mano a mano, sempre più cara nei costi di commissioni e meno frequentata quindi l’ho abbandonata a se stessa. A quanto pare rimane comunque valida.

VINTED

Vinted è Depop, dai diciamolo: stesso sistema e stesso meccanismo.

L’app di Vinted l’avrete sicuramente sentita nominare perché ci ha deliziato i coglioni con una pubblicità dove una “simpatica” ragazza milanese mi ha fatto capire con il suo irritante accento perché non amo la città meneghina.

Quel “non lo metti”, Dio che irritazione.

A differenza di Depop Vinted è totalmente free nelle commissioni e con dei costi agevolati per le spedizioni. Inoltre la community cresce di giorno in giorno dandovi una platea più ampia.

Se vi iscrivete con questo codice avrete anche 5€ in omaggio sul primo acquisto.

VESTIAIRE COLLECTIVE

Dal nome dovreste intuire che è un’altra app dedicata alla vendita di vestiti usati. In questo caso però è un app elitaria perché accetta solo vestiti firmati.

Il sistema è molto interessante perché Vestiaire fa da garante dell’autenticità dell’oggetto con un passaggio preliminare alla sede centrale (che controlla etichette e qualità dell’oggetto) e fa da tramite tra acquirente e venditore.

Sembra una cosa da poco ma questa modalità evita truffe molto comuni su altre piattaforme. Lo usa molto la mia fidanzata che, con abili magie tra coupon, offerte e cose che solo lei sa, si è aggiudicata diverse borse di pregio a prezzi ridicoli.

MERCATINO DELL’USATO

Se vi siete rotti il cazzo delle piattaforme di vendita online di oggetti usati il Mercatino dell’usato fa al caso vostro in quanto è una catena di negozi di usato presenti un po’ in tutta Italia.

Non ci guadagnerete cifre folli, anzi si prendono una bella commissione, eppure è un ottimo modo per liberarsi di oggetti ingombranti e di difficile vendita come i mobili della nonna.

Basta chiedere un sopralluogo gratuito, pagare una cifra forfettaria per il trasloco e lasciarlo in vendita nel negozio più vicino alla vostra abitazione… se ci guadagnate bene, altrimenti cazzi loro.

Molti hanno anche una parte del negozio dedicato all’abbigliamento e prendono davvero di tutto, altro che Vestiaire! Pochi soldi ma un cazzo è sempre meglio di 0.

CONCLUSIONI NEGOZI VENDITA USATO ONLINE E NON

Insomma vendere i propri oggetti usati non è una cosa così difficile e potrebbe garantirvi degli extra guadagni per altri obiettivi della vostra vita o per rimpolpare il vostro fondo di emergenza.

Probabilmente scordo moltissime attività simili (come i vari AutoScout24 per le auto o il servizio Riporta e Rivendi di Ikea) ma questi sono quelli che ho provato nel corso del tempo e con cui ho avuto esperienze positive.

Se avete suggerimenti potete scrivere nei commenti!

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • DIRECTA SIM: bonus commissionale di 50€ per i nuovi clienti inserendo nelle note del modulo d’adesione la dicitura: “Codice AMICO AM08279” e facendo un eseguito entro il 15 novembre
  • BUDDYBANK: 40€ gratis se aprite un conto corrente come nuovo cliente usando il codice D966DF
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE

FONTE IMMAGINE: “Diego Delso, delso.photo, License CC-BY-SA” legibly next to the image