Questo paese è pieno di analfabeti funzionali (e anche non funzionali) quindi è già difficile scrivere sperando di esser capiti figurarsi spiegare un concetto tramite sigle o acronimi. Per questo voglio spiegarvi a decifrare i nomi degli ETF quotati su borsa italiana.

Vedete un sacco di siglette accanto al nome come MSCI, Hedged, Corporate e il vostro piccolo cervello esplode alla ricerca di una soluzione optando poi per investire in un micragnoso conto deposito.

Ho deciso quindi di prendere qualche ETF su borsa italiana e tradurne il nome in modo da farvi orientare nel mondo degli investimenti.

Anche perché se non investite non vi godete l’ebrezza di perdere soldi in autonomia.

Vabbè, zio era una battuta.

Cioè i soldi molto probabilmente li perderai, ma io qui non forniscono consigli di investimento.

Piuttosto mi impegno a tradurre concetti semplici in una lingua potabile come farò oggi spiegandoti i complicatissimi arzigolii degli ETFs.

Ho cercato di spiegare cosa indicano alcuni termini nel dizionario finanziario ma evidentemente non ti entrano in testa, quindi è il caso di fare un paio di esempi terra terra: 2 sugli etf azionari globali, uno per gli etf obbligazionari e uno per un etf settoriale.

Ah! Se ancora non sai di che cazzo parliamo leggiti la mia spiegazione degli exchange traded funds.

2 ETF AZIONARI GLOBALI

Prendiamo come primi esempi quelli dei due ETF azionari globali più famosi: SWDA e VWCE.

Si tratta di due prodotti finanziari molto apprezzati ma che tra i diversi titoli nascondono delle differenze sostanziali.

Imparando a leggere il titolo di un ETF capirete non solo in cosa state investendo ma capirete anche che tipo di filosofia d’investimento vorrete seguire: pensate che il futuro sia in mano dell’oriente oppure vedete un mondo simile a quello odierno? 

Sembra incredibile ma a queste domande rispondono proprio i vari codici e i nomi degli etf.

Partiamo con il primo.

SIGNIFICATO ETF ISHARES WORLD

Questo è il titolo completo del primo prodotto che ha come ticker SWDA, andiamo ad analizzarlo pezzo per pezzo.

ISHARES

La prima parola, “Ishares”, indica la società che ha emesso sul mercato l’ETF. In tal caso Ishares ci dice che il fondo è emesso dalla società Blackrock, uno dei più grandi fondi d’investimento globali.

CORE MSCI WORLD SIGNIFICATO

Le tre parole Core MSCI World hanno un significato singolarmente, in questo caso, sono legate per determinare l’indice di riferimento che segue l’ETF.

Come sapete gli ETF seguono passivamente un indice, ovvero una sintesi per area geografica o settore del mercato. L’indice determina quali aziende quotate in borsa rispettano i criteri e verranno incluse nel fondo.

Preciso una cosa “aziende quotate in borsa”. Gli indici degli ETF seguono solo le aziende che sono quotate su un mercato borsistico e non tutte le aziende.

Ad esempio Ferrero è il più grande produttore dolciario del mondo, 
ma non è quotata in borsa. Nessun ETF quindi lo avrà al suo interno.

Nel caso specifico Core MSCI World vuol dire che l’ETF contiene segue il benchmark MSCI che contiene azione con una determinata capitalizzazione mid e large cap, quotate in tutto il mondo (World) in una ventina di paesi sviluppati (Core).

Mid Cap vuol dire che le aziende devono avere una capitalizzazione tra 1 e 10 miliardi di dollari, large cap superiore ai 10 miliardi di dollari.

Ma quali sono i paesi sviluppati? Eccoli:

E la Cina?

Esatto, dove sta la Cina? E dove sta la Russia?

Non mi segui allora!

L'indice Core MSCI World segue solo le aziende mid e large cap dei 
paesi sviluppati

Secondo il campionamento di questo indice le aziende cinesi e russe non sono presenti. Anzi, non sono presenti gran parte delle aziende in paesi emergenti o in via di sviluppo.

Ma come è possibile? Non segue tutto il mondo? 

Si tecnicamente si, ma segue solo le nazioni sviluppate e sia Russia che Cina sono classificate come mercati emergenti. Quindi troverete le aziende di questi paesi in un indice MSCI Emerging Market ma non in questo Core MSCI world.

Se non ti piace questa filosofia d’investimento (vedi?) c’è la soluzione ma te la spiego dopo.

UCITS 

UCITS indica che il fondo è armonizzato a livello di tassazione e quindi non è soggetto a doppie tassazioni sui dividendi.

Si tratta di una classificazione tipicamente europea.

ETF E USD

ETF indica il prodotto finanziario. Per quanto riguarda USD la cosa è più complessa.

Tecnicamente USD vuol dire che il fondo è quotato in dollari (la valuta internazionale dei mercati) ma, nel caso particolare voi comprate l’ETF in euro.

Questo vuol dire che incorrerete in un duplice rischio:

  • Rischio di mercato: apprezzamento o deprezzamento del titolo
  • Rischio di valuta: apprezzamento o deprezzamento della valuta di quotazione e di quella di acquisto

Nel lungo periodo il cambio ritorna alla media storica, ma nel breve (cosa successa negli ultimi mesi) potreste andare incontro a delle variazioni significative che impattano sul rendimento.

Per evitare questo ulteriore rischio esistono degli ETF hedged che evitano la fluttuazione del cambio. Questo servizio però ha un costo aggiuntivo pari allo 0,5% di T.E.R. annuale.

ACC

Acc vuol dire che il fondo è ad accumulazione.

Un fondo ad accumulazione incamera i dividendi guadagnati e li reinveste automaticamente nel fondo. In questa maniera le tasse sono slittate alla vendita del titolo ma, nel mentre, generano interesse composto

I titoli a distribuzione invece distribuiscono i dividendi e questi sono immediatamente tassati. I soldi poi rientrano nella liquidità del vostro portfolio e voi potete decidere se magnavveli o reinvestirli.

I migliori ETF prevedono lo stesso prodotto ma in due varianti: una a distribuzione e una ad accumulazione.

CAPIAMO IL TITOLO DI UN ETF VANGUARD FTSE ALL WORLD

Ora che vi ho sfracagnato la minchia passo passo sull’etf di Ishares possiamo andare più veloci per vedere la controparte globale di Vanguard che, sorpresa delle sorprese, indica un altro importante fondo.

Come vedete pur cambiando qualcosa nel titolo e negli acronimi più o meno i prodotti sono identici tranne per l’indice che seguono… cacchio vuol dire FTSE All-World?

Ecco pur essendo prodotti simili l’indice di riferimento è metodologicamente diverso in quanto Vangurd, giustamente seguendo una certa logica dice:

"Se io seguo il mondo devo inserire le aziende di più paesi possibili,
anche se il loro impatto sul mercato è minimo"

E infatti l’indice FTSE di Vanguard segue proprio questo principio e basta guardare la composizione dei paesi rappresentati:

La distribuzione in % delle azioni di ogni paese nell’indice FTSE

Come vedete in questo caso abbiamo anche la Cina!

Anche se è classificata sotto mercati emergenti il fondo Vanguard ritiene che sia necessario inserirla nel suo indice, a differenza di quello iShares che preferisce trattare solo i paesi sviluppati.

E per farvi capire ancora di più la differenza confrontate le percentuali dell’indice Vanguard qua sopra con le percentuali per paese dell’ETF azionario globale di Ishares:

La distribuzione percentuale per paese delle aziende sul fondo SWDA

In alcuni paesi le percentuali rimangono identiche ma avete visto quanto cambia il peso del paese USA su VCWE di Vanguard rispetto a quello di Ishares?

L’indice FTSE pesa gli USA come il 59% dell’economia mondiale, iShares come il 67%.

Vi ho detto o no che la valutazione di un ETF determina come vedete il futuro? Vedete un mondo con ancora a capo gli Stati Uniti oppure uno che deve tenere conto della Cina?

Chiaramente la composizione degli ETF cambia con il cambiare dell’economia e il nascere o morire delle aziende quindi, un giorno, l’indice MSCI conterrà anche le aziende cinesi ma nel breve periodo l’avveramento di una profezia potrebbe avvantaggiarvi…

LEGGIAMO UN ETF OBBLIGAZIONARIO

Ormai ho preso il ritmo quindi leggiamo insieme un altro etf, in questo caso obbligazionario, ma vediamo veloce che incomincio ad annoiarmi da solo!

In questo caso l’emittente è sempre iShares di Blackrock.

USD qui indica sia che è quotato in dollari sia che si tratta di titoli di stato americani (Treasury Bond). Nel caso di obbligazioni aziendali troverete la parola Corporate.

3-7yr indica la durata dei bond contenuti nel titolo, cioè obbligazioni che arrivano a scadenza tra i 3 e i 7 anni e quindi di medio periodo. I bond entro i 6 mesi sono considerati a brevissimo periodo (in genere noti come T-Bill o Treasury Bill), mentre quelli tra 1 e 3 anni come a breve periodo

I titoli di stato sopra i 7 anni fino ai 30 sono a lungo periodo, quelli sopra questi anni sono noti come Matusalemme ma, a mia memoria, non esistono ETF specifici.

UCITS indica sempre che è armonizzato fiscalmente, ETF il prodotto finanziario e ACC che è accumulazione e reinveste i dividendi nel titolo.

E così abbiamo chiuso la pratica degli etf obbligazionari, vediamo i settoriali.

PARLIAMO DI ETF SETTORIALI!

Nel caso di ETF settoriali, ovvero quei fondi che seguono un settore di mercato specifico o estremamente specifico la lista è infinita.

Prendiamo uno dei più comuni per imparare a leggere ma ad una prima lettura ormai dovrebbe essere tutto molto semplice da capire.

Come al solito prima di tutto c’è il nome della società emittente, poi l’indice geografico di riferimento (global: tutto il mondo).

Con Clean Energy si intende il settore di mercato con cui vengono selezionate le aziende, in questo caso tutte le aziende che hanno: focus energia pulita, sociali/ambientali e servizi di pubblica utilità.

Troverete quindi una grande varietà di aziende quindi fate attenzione perché spesso gli etf settoriali lasciano un po’ l’amaro in bocca inserendo società ad cazzum per fare numero.

UCTIS, ETF E USD invece indicano cose che già conosciamo e DIST appare per la prima volta ma ormai sapete bene cosa vuol dire: a distribuzione.

COME INTERPRETARE I NOMI DEGLI ETFs 

Insomma oggi vi ho insegnato a decifrare la marea di titoli dentro il nome di un ETF. Titoli che ogni tanto ricordano fantozziano duca conte, ma vabbè sarò scemo io.

Concludo dicendo qualcosa che spero sia palese:

Non vi sto suggerendo l'acquisto di prodotti finanziari ma vi sto solo 
spiegando il loro funzionamento (malamente)

Preciso ulteriormente non vi sto suggerendo i migliori etf, non vi dico di investire in etf e in questo articolo non ci sono etf consigliati.

La mia unica intenzione con questo testo e con questo blog è di farvi accendere una lampadina nel cervello, quindi non fate i pigri: leggete i libri sugli investimenti, informatevi e poi perseguite la vostra strategia di pianificazione finanziaria

Ah se ho scritto cazzate (sicuro) segnatemelo nei commenti!

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque o seguendomi su Twitter o Telegram. Se invece vuoi apprezzarmi economicamente acquista su Amazon usando questo link oppure usa i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • BUDDYBANK: 25€ in regalo se apri un conto inserendo il codice 22A358 ed effettuando una transazione di almeno 5€
  • CURVE: Ottieni 5£ in regalo dopo 5 transazioni da 5£

FONTE IMMAGINE: RAWPIXEL