Avete notato quanto siano aumentati i prezzi dei beni alimentari, eh? E ora, dopo aver sempre comprato a cacchio, vi domandate come risparmiare sulla spesa al supermercato… sbaglio?

Ecco, non voglio manco prendervi in giro. Anzi, vi dico BRAVI!

Infatti avete ragione! I prezzi nei supermercati sono aumentati.

Questo a causa di un mix di fattori:

  • Maggiori costi di produzione
  • Aumento del prezzo delle materie prime
  • Inflazione
  • Guerra in Ucraina
come risparmiare sulla spesa al supermercato

Mettete in conto che questo inverno dovrete spendere di più.

È un dato di fatto quindi alzate il vostro budget per cibo e bevande e mettetevi l’anima in pace.

Ma esistono comunque dei modi per risparmiare sulla spesa al supermercato. Trucchi che valgono in tempo di crisi (come questo) e in quelli più positivi.

1. SHRINKNFLATION: CONTROLLATE IL PESO DEGLI ALIMENTI

Le aziende di beni alimentari possono gestire il prezzo dei loro prodotti in due maniere:

  • Lato prezzo (aumentandolo o diminuendolo)
  • Per quantità (peso, dimensioni e ingredienti)

Avrete brillantemente intuito che alzare il prezzo è la scelta meno usata.

Il trucco dei produttori di alimenti è quindi di mantenere inalterato il prezzo e diminuire la quantità di prodotto.

Che vor dì? Una foto vale mille parole:

Cosa è la shrinkinlation
Fonte immagine e altri esempi su Demilked

Questo fenomeno è particolarmente evidente in alcuni casi (guardate i Ferrero Rocher) mentre in altri è molto limitato. In generale è chiamato Shrinknflation.

Visto l’enorme aumento dei costi di produzione e l’inflazione rampante questo fenomeno diventerà la normalità nei supermercati italiani. Al netto di lamentele dell’Antitrust.

Prima di comprare, soprattutto i prodotti in offerta dei volantini, quindi guardate la quantità di prodotto che contiene la confezione.

2. USARE LA MATEMATICA: PESO/PREZZO

Qualche settimana fa ero al supermercato per comprare le cialde per la macchinetta del caffè.

Incredibilmente il supermercato aveva in offerta il mio brand preferito. E non solo in un tipo di confezione, ma per ben due variabili: una scatola piccola da 15 cialde e una da 40 cialde!

  • 40 cialde a 7,65€
  • 15 cialde a 2,30€

Ecco, quando siete là penserete che le due offerte siano uguali. Tanto vale prendere la confezione grande e togliersi il problema caffè per qualche settimana.

E qui vi fregano

Basta usare un po’ di matematica per scoprire che:

7,65€ / 40 = 0,19€ a cialda

2,30€ / 15 = 0,15€ a cialda

La matematica base, un po’ di pazienza e il dubbio di termini come “offerta” o “pacco famiglia” vi avrebbe portato un bel risparmio.

La scelta consapevole sarebbe stata acquistare 3 scatole di cialde da 15. In questo modo avreste speso di meno (6,90€ vs 7,65€) avendo ben 5 cialde in più!

Quando fate degli acquisti calcolate sempre il rapporto costo/quantità, solo in questa maniera saprete calcolare l’offerta più conveniente.

Insomma, usate la calcolatrice!

3. FARE LA LISTA DELLA SPESA

I supermercati sono costruiti per farvi spendere soldi.

Tenteranno ogni angolo più recondito del vostro essere nello spendere. Se non siete tenaci, organizzati e meticolosi vi faranno comprare un sacco di mondezza.

Per farvi capire il livello vi porto l’esempio di un amico che ha due bambini piccoli e una moglie spendereccia.

Oltre ai costi monetari ci sono altri costi nell’andare al supermercato:

  • Ore perse per andare al supermercato e trovare parcheggio sotto casa
  • Costo del carburante
  • Stress per scaricare la spesa e portare a spasso dei bambini piccoli

Insomma andare al supermercato era un buco nero della giornata o un incubo.

Vista la situazione ha scaricato Everli, scelto il supermercato e poi selezionato i prodotti da farsi portare a casa. Convinto del servizio ha anche sottoscritto l’abbonamento mensile di 12€.

Dopo un paio di mesi di utilizzo ha scoperto che, pur avendo il costo fisso dell’abbonamento, aveva risparmiato oltre il 30%.

Come è possibile? Non subendo le tentazioni del supermercato non comprava oggetti, ma solo quelli che effettivamente gli servivano.

Non vi dico di usare questi servizi online per risparmiare soldi sulla spesa, vi dico solo di controllarvi. E il miglior modo per farlo è fare una lista della spesa!

Potete farla su:

  • Pezzo di carta
  • Utilizzando l’app note sul telefono (tipo Keep di Google) mettendo le caselle di controllo
  • Usando un’app come Bring!. Vi basta inserire cosa manca a casa e aggiornare la lista. Potete anche condivide il profilo con il vostro compagna/o in modo da avere sempre una lista della spesa aggiornata.

4. PORTARSI LE BUSTE DA CASA

No, questo non è il modo migliore per risparmiare sulla spesa alimentare! Diciamo che è più un consiglio tra amici.

Portarsi la spesa da casa comporta una serie di benefici:

  • Le buste del supermercato sono una merda in quanto si rompono facilmente e contengono poche oggetti
  • Ecologia! Una borsa da riutilizzare (tela o rigida) è più #GretaThumbergapproved di una usa e getta
  • Ogni busta costa, ormai, 10 centesimi. Soldi buttati!

Insomma compratene un paio di tela o resistenti (tipo la Frakta media di Ikea) e lasciatene qualcuna sempre in macchina o nello zaino.

5. IMPARARE A CONSERVARE IL CIBO (E A NON BUTTARLO)

Sapete in che posizione sono gli italiani per spreco alimentare rispetto al resto d’Europa?

Primi!

Esatto, siamo il paese che ha sprecato più cibo in tutto il continente negli ultimi 20 anni: 270 tonnellate. 

Se pensate che è colpa sia soprattutto dei ristoranti e dei supermercati beh, no. Infatti il cibo viene in prevalenza sprecato dalle famiglie.

Negli ultimi anni abbiamo migliorato le cose ma comunque questo spreco costa una media di 213€ a testa ogni anno.

Oltre a essere un terribile spreco umano è anche un ottimo modo per buttare nel cesso i soldi.

QuesIl modo migliore per evitare di sprecare cibo è imparare a conservarlo:

  • Congelate carne e pesce appena acquistato, lasciate fuori solo quello da consumare a stretto giro
  • Alcuni frutti rilasciano etilene, altri no. Pere, Mele e Banale se poste accanto ad altra frutta o verdura ne accelerano la maturazione. Imparate a riconoscerli e divideteli come fareste con 2 ragazzini dispettosi
  • Un ottimo modo per avvelenarsi (salmonella) è quello di mischiare nel frigo cibi cotti e crudi. Non fatelo!
  • Appena comprate il formaggio sostituite la pellicola della confezione con una nuova. Eviterete la formazione di muffa
  • Lavate il vostro ceppo d’insalata, poi lavatela tagliatela. Avvolgendola in un panno pulito e poi lavandola vi durerà anche una settimana
  • Invece di buttare ogni volta un intero filone di pane fate così: tagliate un pezzo per 2 giorni. La restante parte di filone tagliatela a fette, disponete le fette in diverse bustine e poi congelate tutto.

Potete trovare altri consigli qui o segnalarmeli nei commenti:

CONCLUSIONI SU COME RISPARMIARE SULLA SPESA AL SUPERMERCATO

Ma come, niente sconti? Niente offerte? Niente trucchi salvifici?

No, oggi niente trucchetti, solo idee di buonsenso. Il maggiore risparmio è sempre quello di usare la testa per fare le cose piuttosto che fare le cose a cazzo.

Poi certo, potete usare l’American Express Blu o le carte cashback per pagare oppure sfruttare app per risparmiare sulla spesa come PromoQui o DoveConviene o ancora avere idee per la cena usando Svuotafrigo ma sono tutte cose in più.

Il risparmio vero sulla spesa alimentare si fa comprando il giusto e buttando meno cibo possibile.

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon usando questo link od usa i miei codici Fintech:

  • BLU AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • PAYBACK AMERICAN EXPRESS: 12000 punti payback in regalo dopo una spesa di 1000€ in 3 mesi
  • TRADE REPUBLIC: Un’azione gratuita fino a 40€ se apri un account ed effettui il primo acquisto di uno stock
  • BUDDYBANK: 40€ in regalo se apri un conto e fai una transazione di almeno 5€ con la carta
  • CREDIT AGRICOLE: 25€ di buono regalo Amazon per apertura conto e fino a 100€ di cashback in buoni Amazon se richiedi una debit Visa
  • CURVE: Ottieni 5£ in regalo dopo 5 transazioni da 5£
  • BBVA: 10€ all’iscrizione + 10% di cashback il primo mese
FONTE IMMAGINE: Tiia Monto, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons