Popolo! Cafoni e cafonesse! 

Sono un tizio (sempre lo stesso tizio di quest’articolo) e penso sia giunto il momento per me di rifare la mia apparizione su questo blog mentre il vostro Mr. Finanza Cafona è boh… non lo so! Lo sapete come è fatto no?

Visto che chiedete sempre al boss di parlare di più d’investimenti e broker, eccomi qua a fare la recensione di Trading212, uno dei broker più discussi e in voga del periodo!

Apriamo le danze!

recensione trading 212 broker low cost

COSA É UN BROKER?

Lo sapevo!

Siete degli ignoranti cronici e non sapete nemmeno cosa sia un broker, ma comunque son ben felice di rispiegarvelo!

Il broker (o anche Sim) è un intermediario finanziario che vi permette di creare un conto di trading sul quale acquistare prodotti finanziari quali azioni, obbligazioni ed ETF sulle varie borse internazionali. 

Ci sono ormai tantissimi broker alla quale potete affidare i vostri soldini e investimenti, sta a voi considerare i vantaggi e svantaggi di ognuno di loro secondo le vostre esigenze, sul blog ne abbiamo visti di diversi:

COS’É E CHI C’É DIETRO A TRADING 212

L’obiettivo dell’azienda è quello di democratizzare l’investimento attraverso un broker con commissioni quasi a costo zero, puntando principalmente ai millennial e offrendo loro tutto un range di servizi che parte dall’acquisto di azioni, al social investing fino ad arrivare ai CFD.

Insomma, in poche parole sta provando a seguire la strada tracciata da Robin Hood in America seguendone la stessa strategia speculativa e predatoria.

trading212 recensione broker investimenti

La piattaforma nasce nel 2004 (yep, vecchiotta) dall’idea di due amici bulgari, e dopo vari finanziamenti di venture capital l’app ha raccolto un bel gruzzolo che l’ha consentita di espandersi prima nel Regno Unito, e poi in tutta Europa.

Da un paio di annetti sono disponibili anche in Germania, Francia e Italia.

APP E PIATTAFORMA ONLINE

Trading212 è disponibile sia su mobile che desktop, e lasciatemelo dire francamente: la piattaforma è avanti anni luce rispetto a cose come Directa e De Giro!

É come provare a paragonare Yahoo a Google, semplicemente non c’è partita!

Quando aprirete Trading212 per la prima volta troverete un’interfaccia così piacevole, semplice e moderna che dimenticherete l’esistenza di tutti gli altri broker.

piattaforma trading e investimento app trading212

Per farvi capire questa è l’interfaccia di Directa Dlite:

interfaccia directa trading dlite

… Ecco, ci siete cascati di nuovo!

Vi mettono un’app carina e cadete tutti come polli.

Quando dovete scegliere il vostro broker non dovete vedere se l’app è figa o meno, gli aspetti da vedere sono ben altri, come la garanzia sul capitale, il regime fiscale, ecc.

Ma bado alle ciance, continuiamo.

GARANZIA SUL CAPITALE

I fondi di Trading212 (non altro che i soldini e i titoli che avete nella piattaforma) sono depositati da Trading212 che è soggetta alla regolamentazione della CySEC e della FCA, perciò possiamo dire che siete in buoni mani.

In caso di fallimento dell’azienda i fondi dei clienti sono coperti fino a 20.000€, che oddio, non è male ed è come Directa, ma bisogna considerare che quasi tutte le altre piattaforme coprono fino ai 100.000€. 

Però adesso arriva la prima notizia amara: i titoli che acquistate sulla piattaforma non sono registrati a nome vostro, ma a quello di Trading 212, perciò non sono nè trasferibili nè potrete prestarli a terzi.

Non proprio il massimo vero? Anche perché non potete usare i trick cafoni sul prestito titoli!

IN COSA POTETE INVESTIRE CON TRADING 212

Sulla piattaforma potete negoziare titoli sulla borsa americana (NYSE e Nasdaq), il London Stock Exchange, Six Swiss, Deutsche Börse ed Euronext Paris. Nel listino è anche prevista anche la borsa italiana ma non ci sono azioni quotate, strano!

A grandi linee potrete investire in:

  • Azioni 
  • ETF
  • Frazioni di ETF e Azioni
  • CFD (il male assoluto, statene alla larga!)

È uno dei pochi broker che permette l’acquisto delle azioni frazionate (ed è l’unico che lo fa in una maniera così completa), ma prima di emozionarvi troppo, vi consiglio di leggere il mio approfondimento dove potete capire i rischi di questo strumento.

Infine, per gli amici delle crypto, scusate ragazzi, ma su Trading 212 non si possono comprare i vostri schema ponzi.

Per qualsiasi dubbio/problema, vi consiglio di rivolgervi all’assistenza via chat: devo dire che è davvero ottima, rispondono in pochi secondi e sono disponibili 24/7 (anche se solo in inglese), niente a che fare con l’assistenza penosa delle fintech di adesso.

GUIDA A COME USARE TRADING 212 (E SERVIZI FIGHI)

Dopo aver attivato il vostro account, operazione che prende giusto qualche oretta (più veloci di Flash dicono dalla regia) potrete cominciare a usare la piattaforma.

Nella prima tab della home potrete vedere le azioni/ETF/frutta e verdura che seguite, il tutto diviso in comode watchlist (azioni popolari, titoli azionari inglesi, guadagni futuri ecc.).

come usare la piattaforma di trading 212

Nella seconda tab potrete vedere l’andamento dei vostri investimenti, il tutto rappresentato da un bel grafico e varie informazioni di supporto.

Carino il fatto che l’app tiene conto anche delle oscillazioni di valuta (nel caso investite in titoli extraeuropei) nel calcolare il vostro rendimento.

portafoglio titoli trading212

Nella tab con la ricerca potrete cercare azioni o ETF, aprendo la scheda di un titolo ne avrete tutte le informazioni del mestiere oltre a un bel grafico che ne rappresenterà l’andamento.

broker trading212 come usarlo per investire

Infine nella quarta tab abbiamo la community. 

Starete sicuramente tutti pensando adesso:

 “a che accipicchia  potrebbe mai servire questa community?” 

Ed effettivamente non avete tutti i torti, perché è praticamente la brutta copia di un subreddit d’investimenti speculativi, meglio evitare.

wallstreetbets funzione community trading212

È più interessante invece la funzionalità “AutoInvest”: ogni utente nella piattaforma ha la possibilità di rendere pubblico il proprio portfolio (ossia i titoli in cui ha investito).

La cosa particolare è che la piattaforma permette di creare anche un proprio fondo attivo scegliendo le azioni da seguire e comprare. Si crea il fondo, un piano di accumulo e automaticamente Trading212 ribilancia le varie percentuali mese per mese.

Questi fondi possono essere condivisi in piattaforma e copiati da altri utenti. È una feature interessante, a volte si trovano alcune piccole perle però, ohibò, state attenti!

Dietro alla creazione di dei fondi ETF e dei fondi di gestione ci sono dietro centinaia di analisti e professionisti con un curriculum lungo come la Divina Commedia, credi che il tizio sperduto nella campagna del Kent sia migliore di loro?

Decisamente no, anche perché la piattaforma vi farà usare azioni frazionate (CFD) per investire, ovvero una pessima scelta sul lungo periodo.

TRADING212 COMMISSIONI E COSTI

Tanto lo so già che state leggendo questa recensione soltanto perché siete dei morti di fame e volete risparmiare qualche centesimo sulle commissioni.

E vi capisco! Anche io sono tra gli avidi lettori di come minimizzare i costi commissionali!

La piattaforma non ha nessun costo per la gestione e la tenuta del conto.

Invece, per quanto riguarda i costi commissionali, qua arriva il vero piatto forte di Trading212: non pagate un centesimo, perché non ci sono!

Quando si paga qualcosa su Trading212?

  • Se comprate titoli in valuta estera (dove è previsto un commissione del 0.15%)
  • Se ricaricate il vostro conto con carta (commissione del 0.7%)
  • Gli spread sono bassi per titoli azionari ma alti per i CFD (derivati).

Qua trovate descritte tutte le (poche) commissioni che applicano.

Ma come fanno a far soldi allora? Dovranno pure pagare lo stipendio ai dipendenti no?

Be’ sì, ma la maggior parte dei loro proventi deriva dallo spread dei CFD e dagli interessi derivanti dal prestito dei vostri titoli.

In pratica prendono le vostre azioni e le prestano a terzi in cambio di un interesse (ma tranquilli, siete coperti da qualsiasi rischio), come già detto infatti i titoli non sono intestati a voi ma a trading 212!

COME RICARICARE IL CONTO TRADING 212?

Ci sono tre maniere per spostare i vostri (pochi) soldini sul conto del broker:

  • Bonifico bancario – accetta anche i bonifici istantanei.
  • Carta di credito/debito – con commissione dello 0.7% 
  • Google Pay/Apple Pay – sempre con commissione dello 0.7%

No PayPal o addebito diretto dal conto corrente.

REGIME FISCALE DI TRADING212

Il punto finale è il più importante, da lettori intelligenti quali siete avete ovviamente capito come funziona la burocrazia italiana (ossia male) e provate il più possibile a starne lontano.

Bene, se investite online sapete che vi serve un’ottima piattaforma di trading ma soprattutto un intermediario finanziario che vi semplifichi la vita: il regime amministrato ve la semplifica eccome, contando quante rotture di balle vi risparmia.

Come saprete oramai a memoria da quante volte ve l’ha ripetuto esistono due tipi di regimi fiscali per i broker in Italia:

  • DICHIARATIVO: Dovete calcolare, dichiarare e pagare in autonomia le spese dei vostri investimenti. Buona fortuna!
  • AMMINISTRATO: Il broker fa da sostituto d’imposta, calcola le tasse, le comunica e versa per voi all’Agenzia delle Entrate.

Ecco, Trading 212 è un regime dichiarativo puro:  dovrete andare a calcolare voi a mano (o il vostro commercialista) quanto dovete allo stato ogni anno di tasse per poi versarle all’erario.

Trading212 non fornisce neppure un report di fine anno come De Giro (che lo fa male), Trade Republic o Scalable. Non vi dà proprio niente.

Anche per questi motivi Mr. Finanza Cafona vi consiglia sempre di usare Directa che ha il regime amministrato.

CONCLUSIONI RECENSIONE TRADING212

Perciò tirando le somme Trading212 è un ottimo broker?

Più no che sì.

La piattaforma, nonostante l’app fantastica e le commissioni praticamente inesistenti non è fatta per i normali investitori e risparmiatori privati (ossia il 95% di noi), quanto invece a persone che sono affascinate dal trading e dalla natura speculativa degli investimenti.

Se siete una di quest’ultime persone, allora ok, Trading212 potrebbe (e dico potrebbe) far al caso vostro. Se no, io vi direi di provare con un altro broker (tipo Directa).

Inoltre, il regime dichiarativo puro (senza neanche un report!) è un grosso svantaggio e una grossa palla al piede. Meglio evitare se non volete trovarvi ogni anno a litigare con l’Agenzia delle Entrate su quanto dovete versare di tasse.

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon usando questo link od usa i miei codici Fintech:

  • BLU AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • PAYBACK AMERICAN EXPRESS: 12000 punti payback in regalo dopo una spesa di 1000€ in 3 mesi
  • TRADE REPUBLIC: Un’azione gratuita fino a 40€ se apri un account ed effettui il primo acquisto di uno stock
  • BUDDYBANK: 40€ in regalo se apri un conto e fai una transazione di almeno 5€ con la carta
  • CREDIT AGRICOLE: 25€ di buono regalo Amazon per apertura conto e fino a 100€ di cashback in buoni Amazon se richiedi una debit Visa
  • CURVE: Ottieni 5£ in regalo dopo 5 transazioni da 5£
  • BBVA: 10€ all’iscrizione + 10% di cashback il primo mese