Anche oggi trattiamo di un tema di cui non so assolutamente un cazzo e di cui, sinceramente, mi fotte relativamente: come tenere al sicuro i wallet cripto.

Eh si perchè se col denaro vi dovete solo confrontare con ladri per strada oppure con cataclismi di altro tipo con i bitcoin dovete confrontarvi con Exchange ballerini (diciamo così), perdita di chiavi cifrate e hacker che proveranno in tutti i modi a incularvi.

Ma ci sono delle soluzioni e, anche oggi, ce le spiega OrsoPotamo.

wallet delle cryptomonete in sicurezza anti hacker guirda

COSA SONO I WALLET DI CRIPTO

Comprare criptomoneta e spenderla con i tre exchange che ho recensito è semplice e veloce ma nel mondo delle crypto è importantissima la sicurezza, quindi la prima cosa che voglio chiarire è cos’è uno wallet e come tenere al sicuro le proprie cryptomonete.

Un wallet cripto è uno strumento che permette di interagire con la blockchain permettendo di inviare e ricevere criptovalute tramite transazioni.

Un wallet detiene una o più coppie di chiavi pubbliche e private che sono le “chiavi di accesso” ai vostri fondi su una blockchain. E’ importante sapere infatti che voi non deterrete mai fisicamente le monete che acquistate, queste risiederanno sempre sulla blockchain, voi deterrete soltanto le chiavi private e pubbliche che servono a “sbloccare” il movimento dei vostri fondi nella rete tramite le transazioni.

Esistono principalmente tre tipi di wallet:

  • Software
  • Hardware
  • Paper (ormai praticamente obsoleti)

I WALLET DI CRIPTO HOT E COLD

A sua volta in base al funzionamento si distinguono in wallet cold e hot.

Un’hot wallet è connesso in qualche modo alla rete (ad esempio un wallet su un’exchange o un client tipo exodus).

Sono wallet facili da creare e i fondi sono accessibili rapidamente il che li rende molto pratici da usare ma di contro anche meno sicuri perchè “attaccabili” da perfidi hacker senza cuore.

Vi fidereste a lasciare i vostri soldi in una cassaforte di cui non avete neanche le chiavi? I clienti di Mt.Gox l’hanno fatto e non è finita particolarmente bene. E se cercate su internet è pieno di exchange che hanno subito attacchi e perso fondi degli utenti.

I cold wallet invece non sono connessi ad internet. Utilizzano un supporto fisco per archiviare le chiavi e ciò li rende molto resistenti ad attacchi informatici online. Sono quindi la migliore alternativa per chi invece vuole comprare bitcoin et simila a scopo di investimento, cioè per tenerle per un lungo periodo.

E’ di gran lunga preferibile quindi investire un po di tempo (e un po di soldi) nel capire come funziona uno wallet e imparare a gestirlo, per fare questo ti consiglio caldamente di approfondire cosa siano i cold ed hot wallet sull’academy di Binance.

Il mio consiglio spassionato è di tenere la parte dei fondi di cui volete avere una disponibilità più rapida (ad esempio per il trading o le spese) su un hot wallet e mettere gli investimenti a lungo termine su un cold hardware wallet.

TREZOR MODEL T: UN OTTIMO HARDWARE WALLET

Un’esempio di cold hardware wallet è il Trezor Model T (lo puoi acquistare qui), la Rolls-Royce dei portafogli hardware.

Il Trezor (ma anche i suoi diretti concorrenti Ledger e altri) è un piccolo dispositivo USB che archivia al suo interno in maniera criptata e supersicura le tue chiavi private evitando quindi di renderle reperibili ad un’attaccante online.

Tutte le volte che vorrai ricevere e inviare le tue monete dovrai quindi attaccare il wallet al pc, sbloccarlo con il pin e la relativa passphrase, generare la transazione su pc e firmarla dal device.

Sono dispositivi abbastanza cari, ma se hai da custodire alcune migliaia di euro in cripto moneta spendere 180€ in questo dispositivo è indubbiamente un buon investimento per proteggere il tuo… beh…. investimento! 

COSA SUCCEDE SUCCEDE SE SI ROMPE UN WALLET COLD?

E se si rompe il mio Trezor?

Nessun problema, quando inizializzi il device la prima volta, alla creazione del portafoglio viene generata una serie di 12 parole randomiche (seed) che se inserite in un nuovo dispositivo permetteranno di recuperare tutti i fondi che avevi sul vecchio defunto dispositivo (o su altri portafogli BIP39 compatibili tipo i Ledger o Exodus).

Avrai intuito anche da solo che queste 12 parole sono la vera ed unica chiave a tutti i tuoi fondi no?

Quindi, prima di tutto non dovrai mai comunicarle ad anima viva (o anche morta eh, si sa, i morti parlano!) e vorrai anche tenerle il più al sicuro possibile, se non sei completamente fuso di testa.

E no, non basta scrivere un po’ di foglietti di carta e lasciarli in giro per casa. Su reddit puoi trovare storie di come mogli/amanti/gatti abbiano cestinato e o distrutto in molteplici (e spesso improbabili) modi i suddetti fogli, e come quindi migliaia di dollari in cripto siano andate perdute, sommandosi alle altre rimaste bloccate per sempre sulla blockchain.

Per evitare questo, c’è un’altra soluzione.

BILLFODL: COME PROTEGGERE I SEED DI UN COLD HARDWARE WALLET

Qual è la migliore soluzione a questo problema?

Sicuramente Billfodl (qui lo trovi su Amazon), un prodotto di privacypros usato anche da diverse istituzioni per mettere al sicuro le seed dei loro portafogli.

Billfodl è semplicemente un pezzo di acciaio di grado militare marittimo in grado di resistere a quasi tutte le possibili catastrofi a cui il mondo potrebbe andare incontro. In questo pezzo di acciaio andremo ad inserire le tile delle lettere incise nel metallo per comporre le 12 parole del seed e…. fine.

Ora siete pronti alla fine del mondo! Anche se la vostra casa è andata a fuoco e avrete perso tutto, se cercate bene tra le macerie, billfodl sarà sopravvissuto e almeno avrete le vostre crypto da vendere per riparare al danno.

La vostra casa è vittima di frequenti e distruttive inondazioni? Non importa anche se recuperate il billfold dopo 5 anni, non sarà arrugginito e potrete recuperare i vostri fondi.

Detto ciò, comunque, fatevi un assicurazione sulla casa!

Insomma billfold + hardware wallet è una combinazione perfetta che ogni hodler di criptomonete che si rispetti dovrebbe avere per dormire beato e sereno.

Piccola nota finale: fate sempre attenzione a dove comprate questi hardware. Ci sono tante truffe in giro quindi cercatele sullo store ufficiale del produttore su Amazon oppure sul sito ufficiale del produttore.

CONCLUSIONE

Insomma abbiamo visto insieme a OrsoPotamo che avere e tenere in sicurezza i propri wallet di cripto, bitcoin e altre cryptomonete non è assolutamente una cosa da sottovalutare.

Ma invece di una piastra di acciaio non sarebbe meglio comprarsi un bel LeatherMan da maschio puzzone? Boh sarò un uomo di altri tempi.

Abbiamo finito, per ora, con questa rubrica dedicata alle cripto ma il nostro ospite ci sarà sicuramente d’aiuto per altri articoli in futuro (chiaramente sotto minaccia fisica).

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE
Photo: Man putting Bitcoin in his wallet by Marco Verch under Creative Commons 2.0