Un articolo che vi è piaciuto molto nel passato è come essere migliori sul posto di lavoro, un tema non del tutto attinente ai consigli finanziari di Finanza Cafona, ma d’altronde il blog è mio e faccio il cazzo che mi pare! Quindi oggi voglio raccontarvi come risolvere i problemi.

Non vi farò una guida su casi particolari ma parlerò genericamente delle modalità da sviluppare per affrontare i problemi che vi capitano nella vita. Beh, mi dirai “ma quali problemi?”.

Tutti. Cioè non è che li risolvete sempre ma leggendo questo articolo del cazzo avrete almeno un metodo di azione invece di fare sempre le cose a membro di segugio, piangere per risultati apocalittici e dannare il cielo che vi odia.

come risolvere i problemi della vita

Se vi trovate ad imprecare spesso contro Dio è perché o avete sbagliato tutto e non siete pronti ad accettarlo oppure siete toscani o veneti. Solo nel secondo caso il signore può avere pieta di voi.

Quando ci confrontiamo con un problema di qualunque tipo (come risolvere un incarico lavorativo, conquistare la fiducia di una persona, gestire al meglio le proprie finanze) bisogna tenere sempre in conto una serie di elementi. 

RAGIONA, NON USARE L’ISTINTO

L’istinto è una bellissima cosa che ci ha permesso di sopravvivere, come razza umana, per migliaia di anni, ma sai cosa ci ha portato a vivere in case calde, guidare auto con combustibili infiammabili, volare nel cielo e mangiare 1 kg di carne a settimana? La ragione.

Istinto e ragione devono rimanere in equilibrio costante, non c’è uno migliore dei due. Però l’istinto è il più subdolo tra i due perché ti fa entrare facilmente nel mondo nell’illusione, della pigrizia e a puntare tutto sulla botta di culo.

La ragione, il pensiero e l’analisi sono invece i fondamenti di ogni piano. Dovete sforzarvi, istruirvi, analizzare, trovare dei paragoni del passato e riapplicarvi alla vostra situazione per poi progettare un piano di attacco adatto al vostro problema..

FAI UNA LISTA DELLE PRIORITÀ

Ogni problema è composto di tanti micro problemi. E spesso dovete affrontare più di uno nello stesso giorno o periodo.

Ho litigato con la mia ragazza, la banca non mi passa il mutuo per la casa e voglio cambiare lavoro al più presto, come faccio?

E’ semplice, bisogna fare una lista di priorità. Farlo è necessario in quanto, che siate soli o un gruppo di persone, è impossibile riusciate a risolvere tutti i problemi. Figurarsi farlo in contemporanea.

Raccogliete i vostri problemi e, se necessario, dividete quelli più complicati in diverse fasi. Bene, ora scegliete quali sono davvero importanti, quali superflui, analizzate quelli da risolvere subito e quelli che potete posticipare. Insomma studiate la matrice di Eisenhower

Poi create una deadline e sbrogliate la matassa.

La matassa di problemi spesso non può essere risolta e talvolta deve essere distrutta alla radice, ma non sempre siete di fronte ad un nodo gordiano e non siete sicuramente Alessandro Magno, quindi non fate i furbi.

LESS IS MORE

La frase “Less is More” è una celebre frase usata dall’architetto Mies van der Rohe. L’avrete sicuramente sentita in bocca di molti amici grafici o fanatici di quella pseudo religione che è Apple.

Ma rimane un principio valido per qualsiasi problema. Quando componiamo un piano d’azione tendiamo a iper complicarlo, a trovare soluzioni ancora più dannose oppure ad entrare nel più piccolo particolare senza però cogliere l’essenza del problema.

Ho litigato l’altro ieri con la mia fidanzata Maria perchè l’altro ieri zia Gina ha detto che se a Maria piacciono le melanzane è una poser e allora Maria si è incazzata con me ricordandomi di quante volte l’ho trattata male, tipo nel settecento quando… allora ho deciso di uccidere zia Gina, creare un flauto magico con i suoi stinchi e mettere sotto conserva le melanzane del mondo per poi quotarle in borsa, vendere ad un hedge fund e usare il grano per comprarle un’isola gigante per farmi perdonare di tutto.

Pensa, bastava chiedere scusa alla tua ragazza e mandà a fanculo quella rincoglionita di zia.

Si tende a complicare le cose per non affrontare il vero problema (“la mia ragazza si è arrabbiata con me”) e allora si creano soluzioni astruse e irrealizzabile che porteranno in breve termine al disastro completo.

Devi inoltre considerare che ogni meccanismo aggiunto per risolvere i problemi è un ulteriore inceppamento nel sistema. L’intelligenza non sta nel complicare le cose ma nel renderle più semplici: con un po’ di impegno chiunque può scrivere le turbostronzate di Fusaro, in pochi sanno pensare una sintesi concreta dello stesso concetto. 

Tagliate ogni ramo, tagliate ogni inutilità, rendere i processi più semplici possibili. Focalizzatevi sulle priorità. Il resto si sistema a cascata.

ACCETTARE I RAPPORTI DI CAUSA ED EFFETTO

Quello che mi fa impazzire delle persone è che continuano costantemente a fare le stesse cose (la causa) sperando di ottenere un risultato (effetto) diverso. Spesso non lo fanno neppure in maniera diversa, ma sempre nella stessa modalità

Al mio amico da fastidio se gli do i pizzichi sul culo. Io continuo a darglieli da 10 anni e lui ogni volta mi causa un trauma cranico o mi spacca il naso… quel ragazzo è un vero violento! Secondo me è un potenziale serial killer!

No fenomeno, devi smettere di rompergli il cazzo. Pensa ti mena pure e tu ancora non hai capito che devi accannare e dici in giro che è pazzo? 

La realtà è che chi continua imperterrito a fare le stesse identiche cose sperando in un risultato diverso è solo un coglione.

Infatti la prima domanda che vi dovete fare quando provate a risolvere i problemi è “Cosa succede se faccio questo?” e “Cosa succede se faccio quest’altro?”

Se avete un po’ di empatia riuscirete a capire come possano reagire le persone, se non siete troppo stupidi capirete quali effetti possono generare le vostre azioni.

Le persone che “prevedono” eventi futuri non sono dei geni, semplicemente comprendono il principio di causa ed effetto.

Molti credono che questo sia legato all’esperienza, e ciò è vero solo in parte. Alcune cose si imparano sull’esperienza personale altre si possono conoscere studiando l’esperienza passata, ma potete “prevedere” i risultati semplicemente ragionando

Cosa può succedere se correte una maratona senza essere preparati fisicamente?

Beh vi farete male! Ci vuole un genio per capirlo? Dovete farvi realmente male per capire che è una stronzata?

Vi sembra banale l’esempio della maratona?

Ve ne posso fare mille. La realtà è che siete pigri e non volete affrontare questa sacrosanta realtà. Volete continuare a maledire qualcun altro invece di risolvere veramente i problemi.

VALUTARE REALISTICAMENTE I RISULTATI

Se ogni volta che affrontate un problema pensate di poterlo risolvere, rendere tutti soddisfatti, trovare uno stuolo di persone che vi venerano e si mettono a carponi a inneggiare il vostro genio superiore probabilmente siete affetti da narcisismo patologico.

E’ praticamente impossibile risolvere tutti i problemi, rendere felici tutti e raggiungere il 100% degli obiettivi. Ed è impossibile farlo una volta, pensate a ripetizione.

Valutate quindi realisticamente i risultati che potete raggiungere e, soprattutto, preparatevi ad accettare la sconfitta. Nonostante la nostra cultura italiana lo veda come una macchia io preferisco una persona che si getta nel fango che 100 con la camicia intonsa.

COME SI POSSONO RISOLVERE I PROBLEMI

Arriviamo quindi alla fine di questa breve disamina. Se volete davvero affrontare la vita ed essere pienamente in grado di affrontare il mondo dovete cambiare, smettere di seguire le vostre pigre abitudini e affrontare i 5 punti che vi ho elencato.

La mia è una verità assoluta? No, cazzo! Mica sono un mitomane! Eppure col tempo ho imparato che questi elementi sono fondamentali per affrontare i problemi.

Cerca di capirlo anche tu!

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 50€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE

FONTE: https://www.flickr.com/photos/67799912@N03/6684771627

Tagged in: