Le Fintech sono nate per rendere il mondo finanziario più friendly ai giovani e per dare un servizio a basso costo, personalizzato, targhettizzato e assolutamente smart. Al centro di tutto c’è l’app, non la filiale o il classico portale serioso.

Di banche “un traditional” ne sono nate parecchie negli ultimi anni: N26, Revolut, Hype, Oval Money per non parlare poi di Monense, Monzo, etc etc.

E ragazzi diciamolo. Hanno dato davvero una svolta ad un settore caro e barboso. Hanno costretto le banche a modernizzarsi, a creare nuovi prodotti, a rincorrere l’esigenze dei millennial.

Ma sostanzialmente fanno cagare.

A parte Revolut (che è davvero utile per viaggiare) oppure Oval Money che punta agli investimenti a basso costo, avere un conto fintech rispetto ai conti moderni a costo 0 non ha vantaggi.

Eh si. Avete una banca: nata da pochi anni, senza servizi allo sportello, senza possibilità di depositare contanti o assegni, nessuna possibilità di carta di credito, impossibilità di assicurazioni, fondi pensione, fidi, mutui, spesso anche senza la possibilità di pagare bollette o bollettini postali.

Praticamente state dando in mano i vostri soldi alla Banca Popolare di Pusterlengo.

Però cacchio! Ha l’app figa, vuoi mettere?

E il problema è che non sono più a 0€. Si nelle funzione base lo sono ancora ma i servizi sono limitanti e noiosi: su Hype puoi avere al massimo 2500€ l’anno, su N26 (con conto tedesco) devi auto dichiarare il bollo statale se sei sopra i 5000 euro e hai altri mille problemi, Revolut a breve avrà iban lituano.

Che sono i piccoli e noiosi problemi per cui prima ci si lamentava delle banche tradizionali.

Ma lo capisco. Vi piace il concetto, vedete dietro ragazzi come voi che ci lavorano e hanno delle idee interessanti. Le vedete come app fatte da vostri amici e volete andargli incontro. Sti cazzi degli errori, combattono il sistema.

Sapete quale è il problema? Che a loro questo fa gioco e vi spillano più soldi di quanti quei servizi valgano. Vi stanno intortando.

Infatti non vi forniscono neanche più servizi a basso costo od originali.

Ne ho già parlato in questo post ma i servizi premium di Hype, N26 e Revolut costano mediamente il doppio di quanto dell’offerta di una banca tradizionale con 100 anni di storia, servizi allo sportello, carte di credito, trading online, bancomat evoluti, assicurazioni, fidi e mutui.

E la cosa assurda sai qual è? Stai barattando i tuoi, già magri guadagni, per un carta di debito prepagata e per un app figa. E la cosa incredibile è che tutti i servizi che ti sembrano speciali li trovi in conti tradizionali a … Z E R O E U R O.

  • IntesaXME del gruppo Intesa San Paolo (la banca più grande d’Italia)
  • Widiba del gruppo Monte dei Paschi di Siena. Banca fondata nel 1472.
  • WeBank del Banco Popolare di Milano (la banca più liquida d’Italia)
  • Illimity creata e ideata da uno dei banchieri migliori d’Europa.
  • Che Banca del gruppo Mediobanca

Tutte a zero spese o quasi. Alcune addirittura ti pagano il bollo statale.

Puoi fare i bonifici con il touch id, puoi avere dei salvadanai in cui spostare i risparmi per eventi futuri (Webank ti paga anche lo 0,2% di interessi, Illimity addirittura lo 0,5%), ti permettono di fare trading vero (e non solo 8 ETN di Oval), di gestire il tuo bilancio delle spese, hanno le carte personalizzate (Widiba ne ha 50 diverse) e pensa anche loro ti mandano le notifiche per qualsiasi transazione.

Svegliatevi perché quei soldi non ve li ridaranno indietro. 5 anni di N26 premium sono 1.000€.

E ma la carta Metal è figa. Svejati, con 200€ l’anno è il costo della Mastercard Gold.

Se vuoi essere figo (anche se dovresti leggere qui) quello è la carta giusta per esserlo.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: punti membership extra per le carte tradizionali o 5% di cashback per 6 mesi con una carta Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€.
  • YAP: 50€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE