Fare le cose da soli è “semplice” perché rendete conto solo a voi stessi, ma come fare quando unite soldi e amore e dovete gestire le spese di coppia?

Ebbene, oggi mi posso permettere di dire tutto quello che penso sull’argomento!

E questo perché la mia amata MissCafona mi sostiene a modo suo: sbuffa mentre batto forsennatamente sulla tastiera del pc (la chiamo scrittura creativa), pensa ad arcobaleni colorati mentre le parlo dei miei calcoli finanziari e soprattutto non legge una fava verde di tutto quello che scrivo.

Pronti a un po’ di consigli cialtroni dati da isolazionista un po’ strambo?

gif gestione spese di coppia

E vabbè alla faccia!

Mica vi dirò di vendere il vostro compagno/a sfuso al mercato nero. Una soluzione poco praticabile anche se capace di risolvere molteplici problemi in una botta sola… Ehm.

In quanto essere umani siamo abituati a prendere le scorciatoie. Crediamo basti comprare un po’ di tool, scaricarsi un app per le spese di coppia et voilà, si sistema tutto.

Ma col cazzo proprio! 

I legami affettivi non sono razionali! Al contrario sono una matassa indistricabile di amore, egoismo, voglia di spaccare la faccia all’altro e urla disperate. Questo perlomeno era la dedica scritta nel bigliettino di natale donatomi dalla mia dolce metà, magari per voi è peggio!

In generale ritengo che il denaro e le differenti idee nel gestire le spese di coppia siano delle bombe pronte a detonare per il minimo disagio o una frase non detta.

Covano in un non detto.

Non esistono trucchetti, file excel o soluzioni facili, l’unico modo è quello di creare un percorso in comune capendo le rispettive differenze e mediando i propri egoismi.

Peraltro come in tanti altri momenti di una relazione. Tipo quando lei prende la vostra pizza preferita e voi, per una regola ancestrale ignota, non potete prendere lo stesso piatto. Non capite ma l’amate e quindi sacrificate il vostro ego prendendo una pizza diversa rosicando tutta la sera per aver speso 15€ in qualcosa “così così”.

Eppure non vi lamentate, volete farla felice e guardando quegli occhi da cerbiatto e le linee morbide della pelle del viso vi è tutto chiaro:: “La prossima volta col cazzo che mi fotti”.

Ahhh, l’amour!

1. PARLATE DI FINANZE E SOLDI IN COPPIA

Parlate della partita di calcio, del vostro ultimo acquisto, di quella vip incinta ma quante volte parlate di denaro?

E per parlare non intendo “è arrivato il conguaglio” ma intendo una comunicazione aperta e regolare sulle finanze per prevenire problemi futuri. Si tratta del modo più semplice per condividere gli stessi obiettivi finanziari (individuali e comuni), strategie e difficoltà.

Purtroppo in Italia il tema denaro è un taboo, al massimo si tira fuori per bullarsi. 

Ma è un argomento importante tanto quanto sapere cosa vuole fare nella vita o se vuole avere figli… perché avete paura di discuterne?

Tanti matrimoni si rompono proprio per questo.

Il capofamiglia centralizza tutto, acconsente a qualsiasi decisione sbagliata e poi, dopo anni, escono debiti mostruosi che sbriciolano il nucleo famigliare. 

Quante storie simili conoscete? 

Volete vivere un’esperienza simile perché provate imbarazzo nel dire:

“spegni quella cazzo di luce che costa?”

“ma hai messo i soldi sul fondo pensione?”

Aprite quella fogna e comunicate!

Pensate di sconvolgere l’altro dopo tutte le cazzate dette per portarvela/o a letto?

Parlate delle vostre esigenze, di come immaginate di gestire le spese famigliari, condividete scoperte e calcoli, supportate l’altro nelle decisioni o nei cambi di carriera.

Non fate come Penny e Leonard di Big Bang theory, fate un piano congiunto cercando un equilibrio e miglioratevi uno con l’altro

Eh se la chiacchiera va male? Beh fatevi due conti su chi vi siete scelti! 

2. SIATE TRASPARENTI

Parlare con trasparenza e sincerità significa dire come stanno le cose, spiegare i propri dubbi e avere il coraggio di chiedere aiuto.

Discutete regolarmente delle entrate e le uscite della coppia, controllate insieme il vostro bilancio comune e non abbiate paura di far notare pregi e difetti dell’altro (con grazia eh!). Provate a capire la mentalità dell’altro e cercate una quadra comune.

E poi basta con i moralismi da patriarcato! Lei guadagna quindi paga! Se volete offrirgli qualcosa lo fate perché volete, non perché dovete.

Non sarà facile seguire questa strada ma darà i suoi frutti nel tempo.

3. PATTI CHIARI AMICIZIA LUNGA

Porsi delle regole fin da subito è fondamentale ed è per questo che amo il detto “Patti chiari amicizia lunga”. Una legge che vale in qualsiasi relazione e ancor di più in amore.

Chiarite le linee guida da subito accertandovi che l’altro abbia capito. Se pensate di risolvere il problema quando ve lo troverete davanti siete degli illusi, non accade mai.

Vi lancio qualche tema random:

  • Come gestire i soldi in comune?
  • A chi appartiene la casa o la macchina?
  • Che app utilizziamo? Come e quando lo aggiorniamo?
  • È il caso di aprire un conto cointestato? Come funziona?
  • Che facciamo con i risparmi in comune?
  • Come sono divisi i compiti?
  • Cosa fare se uno dei due viene licenziato?
  • In quale maniera vengono gestiti i risparmi individuali?
  • Ogni quanto facciamo un check del bilancio familiare?
  • Quali sono i limiti di spesa mensili per la gestione delle spese di coppia?
  • Come vogliamo pianificare le spese a lungo termine?
  • Come gestire le finanze in caso di separazione?

Toste eh? Beh, mica avevo detto che era facile.

Ecco, magari affrontate il discorso al secondo appuntamento (pazzi sadici), però fatelo.

L’organizzazione risolve un sacco di problemi in anticipo.

4. STIMOLATEVI

In un rapporto è importante stimolarsi…

cultura partner gif

CULTURALMENTE!

Ma che siamo all’asilo?!

Molto spesso capita che uno dei due partner abbia più conoscenze su un argomento dell’altro. Vale per tutte le relazioni interpersonali e potersi scambiare nozioni è una delle cose più belle di un qualsiasi rapporto umano.

Visto il basso livello d’informazione finanziaria in Italia è importante condividere le scoperte, discuterne e trarne mutuo beneficio. Se siete il partner più “istruito” (non fate i galli!) cercate di fornire all’altro i giusti strumenti per capire la finanza semplificando i ragionamenti e proponendo esempi concreti.

Non trattate però il vostro partner come un’idiota o con condiscendenza perché anche l’altro avrà da insegnarvi qualcosa, cercate di renderlo un gioco.

Io e Lady Cafona ci divertiamo a trovare soluzioni creative per pagare meno le cose

Ad esempio qualche tempo fa siamo andati a fare la spesa al Carrefour. Non il miglior supermercato ma avevo dei punti Payback da scalare sul conto.

Giriamo per il negozio acchiappando tutte le promo, sfruttando gli sconti e approfittando di qualsiasi 2×1. Alla cassa lo scontrino recita 72€.

Ed ecco che comincia il giochino dei coupon spesa: prima io storno un bel po’ di punti payback, poi le passa uno sconto trovato chissà dove a cui poi aggiunge la fatality dei buoni spesa.

1, 2. 3, 4 … lo scontrino cala.

Finita la giostra la cassiera ci comunica il prezzo finale: 1,63€.

Ci guardiamo, tentati di continuare in questa follia usando la Blu American Express per avere un ulteriore 1% di cashback, ma mentre ravana nel borsello trova esattamente i soldi spicci necessari per saldare il conto. 

Usciti fuori dal supermercato abbiamo riso come pazzi e ci siamo scambiati erotiche occhiate taccagne.

5. FARE IL BUDGET FAMIGLIARE

In qualsiasi articolo sulle spese di coppia il budget famigliare viene messo in prima posizione… in realtà è tutto il contrario!

Parlare, essere trasparenti, condividere delle regole comuni e rendere un gioco il risparmio servono per raggiungere il comune obiettivo di spendere i soldi in maniera intelligente.

Senza questo punto fondamentale tracciare le spese è un semplice esercizio di stile perché sarete una coppia disfunzionale: uno dei due se ne fotte e spende a cazzo, l’altro è un pazzo che risparmia pure sulle gocce d’acqua. 

L’esempio perfetto è creare uno spreadsheet che aggiornate solo voi. Mediamente gli uomini amano fare i loro calcoli e le donne tendono a considerare excel come il demogorgone di Stranger Things.

E hanno ragione! Non vivete da soli, siete una coppia!

Al netto dei suoi terribili limiti il miglior modo per tracciare le spese di coppia è Splitwise. È un app, è semplice da usare, divide le spese per categoria ed è immediata per capire quanto di deve dare o ricevere. 

Un altro modo è quello di aprire un conto cointestato dove versare ogni mese parte del proprio stipendio e su cui far transitare le spese in comune. In questo caso può essere utile integrare il conto su Wallet by Budgetbakers che, nella versione premium, permette di tracciare in automatico le spese e dare accesso a un famigliare.

Potete poi scaricarvi Bring! per gestire la spesa al supermercato con intelligenza: condividete l’app con la mail e ognuno dei due segna cosa manca a casa. A questo punto si può andare a fare la spesa senza rompere il cazzo all’altro.

Piccolo consiglio da paraculo: fate una sola tessera fedeltà. Vi aiuterà a raggiungere i premi dei programmi più velocemente.

CONCLUSIONI SU COME GESTIRE LE SPESE DI COPPIA?

Ci sono già troppi psicologi da quattro soldi quindi non vorrei unirmi alla nutrita schiera però ritengo sia importante quest’ultimo pensiero: il denaro in coppia è un tema importante.

Non è importante di se per se in quanto i soldi sono solo un oggetto ma perché la sua proiezione si riflette in mille aspetti della vostra vita, anche nell’amore.

Gestire le spese di coppia correttamente, avere un rapporto trasparente sui soldi con il partner e comunicare liberamente dubbi e perplessità vi farà bene su più fattori.

Ora scusate ma sento un suono simile a una sirena antiaerea. Credo sia Miss Cafona che dopo un anno e mezzo ha riletto il blog e vuole fare “qualche” puntualizzazione al mio pamphlet… 

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter o ascoltando il Podcast. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon da questo link o usa i miei referral:

  • NEN: 48€ di sconto su ogni fornitura di luce e gas, 96€ se fate la combo usando il codice promo NeN SCONTOCAFONE48
  • BUDDY: 50€ di bonus all’iscrizione all’apertura di un nuovo conto e dopo aver fatto una transazione di almeno 10€ con la carta MyOne. Usa il codice 5D4ABC al momento della registrazione per accedere alla promo.
  • CREDEM: Ricevi 200€ di buoni Amazon aprendo un nuovo conto usando il codice SUMMER200 e accreditando stipendio/pensione o spendendo almeno 1000€ con la carta entro il 22 settembre
  • CREDIT AGRICOLE: Apri un nuovo conto usando il codice VISA, ottieni 50€ in buoni amazon con la prima transazione con carta e altri 100€ spendendo denaro. Clicca qui per capire come funziona la promo
  • AUDIBLE: 30giorni di abbonamento gratuito ai nuovi iscritti

FONTE IMMAGINE: Foto di THIS IS ZUN

Sull'autore

FinanzaCafona

Founder & Editor

Sono un povero come te che scrive la maggior parte degli articoli di questo blog. Non mi dare troppo retta perché sono un fesso senza studi economici o finanziari però, se vuoi, puoi amarmi.

Guarda tutti gli articoli