Poco più di 4 mesi fa, a capodanno, festeggiavamo il 2020 con la speranza di migliorare la nostra situazione economica, di avere obiettivi nuovi e fare un passo in più nella nostra auto realizzazione.

Nel frattempo è scoppiata una pandemia internazionale, per comprare un barile di petrolio ti danno 35 dollari, lievito e carta igienica sono i prodotti più venduti al mondo, la fase 2 prevede di girare in bici o in monopattino, Kim Jong Un sta per morire, Napoli è considerata un modello internazionale di sanità.

Sicuramente il creatore della terra è uno stand up comedian ma è chiaro che il mondo è un pizzico cambiato e sarà molto difficile che torni ad essere quello di prima.

E quanto stia cambiando il mondo l’ho capito da una cosa: il mio proprietario di casa mi ha proposto una riduzione dell’affitto del 35%.  A Milano.

Capito?

 
 
Effettivamente l’avevo chiamato proprio per chiedergli uno sconto, ma non lo immaginavo così consistente e quindi voglio condividere con voi l’esperienza.Se siete in crisi nera o volete tenere liquidità da parte per il futuro avete due strade per risparmiare sull’affitto di casa:

 

CONTRATTARE PRIVATAMENTE

il decreto del PDC di Aprile prevede la possibilità dei proprietari di casa di registrare un nuovo contratto gratuitamente per venire incontro alla crisi del coronavirus. Il proprietario non è obbligato ma se ha buon senso lo farà, anche solo per un periodo limitato.

Che strategie usare? Io vi butto lì un po’ di tracce:

  • “io sono sempre stato regolare non sai chi troverai in futuro”
  • “comunque dovrai abbassare il prezzo d’affitto, non puoi affittare subito l’appartamento quindi perderesti diversi mesi per trovare acquirenti”
  • “In periodo di crisi rischi un sacco di problemi con i morosi”. 

CHIEDERE IL BONUS AFFITTI AL COMUNE

Se avete un proprietario di casa testa di cazzo o scollegato con la realtà potete invece rientrare nei fondi perduti con il Bonus Acquisti banditi dalla vostra regione e dal vostro comune. Ad esempio la Regione Lazio paga il 40% del tuo affitto per 3 mesi per quello che un tempo era il ceto medio.

Ci sono tante soluzioni per superare questa crisi, datevi na mossa.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 50€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE