Non sono sicuramente il miglior tutor al mondo (scrivete il contrario nei commenti, grazie) per parlare di finanza personale ma sicuramente sono la più simpatica e originale. 

Visto la mia costante carenza di idee, e la pressione dello spider di Google che vuole nuovi articoli per farmi indicizzare al meglio sui motori di ricerca, ho deciso di scrivere una serie di articoli su come gestire la propria finanza personale a uso e consumo di voi principianti (vecchi e nuovi).

Quindi partiamo subito oggi con il primo capitolo: i principi.

finanza personale i principi fondamentali

Ma che cazzo c’entra Prince? Ho scritto PRINCIPI.

Io cerco di non prenderti per il culo, mi impegno ad essere serio a non sminuire la tua limitata comprensione mentale del mondo, faccio una guida utile e simpatichella e tu pensi a Prince.

Manco a Il Principe di Machiavelli, a PRINCE!

Vabbè cominciamo, che oggi sono in modalità Osho.

GLI OGGETTI NON SONO IMPORTANTI

Gli oggetti sono delle cose: non hanno sentimenti, non hanno emozioni, sono replicabili

Tutti gli oggetti sono dei prodotti di massa che possono essere aggiustati, modificati o ricomprati

Quando ti fanno un regalo, qualsiasi, hai in mano un oggetto che è prodotto in decine di migliaia di copie identiche. Lo sapete qual è la differenza tra lo stesso oggetto su Amazon e quello che vi hanno regalato?

Chi ve lo ha donato. Una persona che vi vuole bene ha speso del tempo, ha cercato la cosa più affine al vostro carattere e ha speso del suo denaro per rendervi felice. Paradossalmente la cosa più importante di un regalo, anche fosse uno Yacht, è il bigliettino di auguri.

Le persone hanno dei sentimenti e delle emozioni non replicabili o aggiustabili facilmente. Non puoi ricomprarle identiche, non puoi tornare indietro ed aggiustarle in pochi minuti.

Quindi rosicate pure se qualcuno vi rompe il laccio del nuovo zaino ma ricordate un concetto semplice: le persone sono importanti, gli oggetti no. 

A COSA SERVE IL DENARO 

Questo potrebbe essere un passaggio molto al limite tra la finanza personale e il santone tibetano ma è il caso di precisare questo fattore fondamentale: il denaro è un oggetto.

I soldi sono sicuramente un oggetto molto importante nella nostra esistenza perché determinano il nostro tenore di vita e le possibilità di accedere a servizi migliori e più confortevoli, ma rimangono un oggetto.

Avere tanti soldi non ti renderà più intelligente, più felice o realizzato. Avere un conto in banca enorme non renderà la tua vita piena e soddisfacente

Se sei senza carattere ma pieno di soldi un conto in banca ciccione non ti farà diventare una persona interessante: sarai semplicemente un coglione con il portafoglio pieno. Allo stesso modo se non sai trombare i soldi ti permetteranno di pagare qualcuno per fare sesso con te, ma rimarrai comunque una pippa a letto.

Il denaro è semplicemente un oggetto attraverso cui poter raggiungere i propri obiettivi nella vita.

Non è altro che un mezzo in cui acquistare la propria realizzazione e, in alcuni casi, dimostrare tangibilmente le proprie capacità, ma presi in se per se non possono garantirti la felicità.

Certo un depresso con i soldi sicuramente ha meno preoccupazione di un depresso in mezzo alla strada, ma in sintesi sono tutti e due dei depressi.

COSTRUIRE DEGLI OBIETTIVI DI BREVE MEDIO E LUNGO TERMINE

Siamo arrivati al punto fondamentale per la gestione della finanza personale: gli obiettivi.

E’ difficile capire quali siano i propri obiettivi e ognuno di noi ne ha di differenti. E’ un percorso psicologico e personale molto lungo, spesso può essere anche doloroso ma è indispensabile capire cosa si vuole e dove si vuole arrivare, solo così si può essere pieni e realizzati. 

Personalmente consiglio sempre una lettura che ha cambiato il mio modo di concepire la vita: Aut Aut di Kierkegaard. Se non vi sentite capiti o non riuscite ad affrontare certi temi in pubblico, avete trovato l’amico che vi serve in questo libro.

All’atto pratico vi consiglio di dividere i propri obiettivi per periodi:

  • Breve periodo (6 mesi o massimo 1 anno)
  • Medio periodo (2 a 7 anni)
  • Lungo periodo (20 o 30 anni)

Fatto questo ragionamento di massima è necessario scomporre ogni obiettivo in diverse fasi (anche piccole) in modo da non farlo sembrare impossibile e avere la sensazione di riuscire, piano piano, a sciogliere il bandolo della matassa.

ORGANIZZARSI: Il VERO SEGRETO DELLA FINANZA PERSONALE

Visto che fino ad ora ho fatto il filosofo ora andiamo a una cosa un po’ più concreta e parliamo dell’organizzazione.

Uno degli elementi fondamentali della finanza personale è organizzarsi. Questo vale nel lavoro ma è fondamentale anche nella vita privata. E per farlo dovete smettere di essere dei pigri bastardi.

Ognuno trova i metodi più adatti alla sua condizione. Io sono un malato di Excel e amo categorizzare le cose come un bibliotecario pazzo del medioevo, ma questo non è una modalità comune a tutti.

Quindi fate pure come cazzo vi pare e con i mezzi che più vi aggradano ma:

  • Usate il cervello
  • Non siate pigri
  • Organizzate i vostri obiettivi e le vostre finanze
  • Tracciate costantemente i vostri risultati
  • Continuate a seguire la stessa strada

Insomma fate gli stoici e non le caghette.

I PRINCIPI DELLA FINANZA PERSONALE: CONCLUSIONI

Lo ammetto, questo articolo sembra troppo amletico e può risultare di difficile digestione.

In genere fornisco sempre consigli pratici ma per capire le vere modalità di gestione finanziaria, e non andare a tentativi, bisogna sviluppare un vero e proprio percorso psicologico personale

Bisogna analizzare se stessi, (cercare di) capire come funziona il mondo e avere il coraggio di prendere scelte contro intuitive. Solo a quel punto si possono prendere decisioni finanziarie valide.

State tranquilli, nelle prossime puntate sarò più terra terra.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE

FONTE IMMAGINE: https://moneyanswers.com/money-blog/6-steps-to-getting-control-of-your-personal-finance/