Visto le numerose rotture di minchia che sto vivendo in questi giorni la consueta rubrica #PuntiDiVita che condivido con SaltoMentale questo mese non ci sarà. 

Ma tranquilli, un lettore mi ha scritto una fantastica mail dove parla della sua esperienza finanziaria con il risparmio e come questo blog abbia dato una sterzata al suo risparmio personale.

Se anche voi volete parlarmi della vostra esperienza scrivetemi e metterò la mail online sotto la simpatica e originalissima etichetta #PostaDelCuor.

Lunga è la strada, stretta è la via…allora, partiamo dalla base, cioè chi cazzo sono.

Sono TheWanderer, abito in una città del nord italia, ho 34 anni e sposato con una genovese meravigliosa che mi ha donato un figlio, la mia raison d’etre da quando è nato (ovvero poco più di 7 mesi fa).

Come più o meno tutti quelli della mia/nostra generazione, l’educazione finanziaria ricevuta in famiglia negli anni è stata riassumibile con:

  • lavora tanto e duro
  • spendi poco
  • non far cazzate e andrai in pensione sereno.

Cosa che ho fatto più o meno da quando a 14 anni ho cominciato a rompere i coglioni per il motorino: la risposta che i miei mi hanno dato è stata:

 "se lo vuoi comprare, trovati un lavoro da fare al pomeriggio dopo scuola, risparmia e te lo potrai prendere. Poi ricordati che non va ad aria".  

Così ho fatto, con il motorino prima e con l’auto poi. Grossomodo fino ai 20 anni la mia vita è stata così strutturata: lavora duro, spendi poco, tieni i soldi sul conto e nun li toccà pè carità.

Poi, un bel giorno, ho deciso di mettermi in proprio. Non mi girava nemmeno malissimo, fino a quando ho incontrato un personaggio che mi ha proposto di aprire una società insieme. 

Più o meno il suo aspetto era questo, ma li per li non ho dato molto peso alla cosa:

esperienza finanziaria con il risparmio lettore

Molto alla breve (visto che con il blog questo discorso centra poco un cazzo), il personaggio in questione mi ha bellamente sfruttato per aprire la società e farmi firmare in qualità di garante sui conti aziendali.

Grazie allo strumentopolo giusto (vedi immagine di seguito) il direttore di banca ha consentito uno scoperto assolutamente folle. 

finanza cafona risparmio investimento esperienza finanziaria
Topolino mostra lo strumentopolo consigliato per avere un fantastico scoperto

Come dicono dalle mie parti, m’ha inculato con la sabbia, manco la grazia della vaselina m’ha fatto.

Quindi, tra i miei 25 e 26 anni mi son trovato a fare i salti mortali per tappare i buchi di scoperti di sta azienda.

Tra processi, avvocati e pacchi di malox son riuscito a limitare il danno attorno ai 15k €.

Ovviamente, i risparmi che precedentemente avevo messo da parte me li so fumati per sistemare gli uffici, per le trasferte dai clienti, per comprarmi le attrezzature che mi servivano e via dicendo.

Sì, lo so. Ma il meglio deve ancora arrivare!

Una volta sanata questa situazione, mi son detto “mo basta, me li godo sti soldi e vaffanculo”, quindi mi son preso una moto (che nel tempo ho fatto digievolvere in altre moto via via più grandi), ho iniziato a viaggiare ed a godermi la vita, son andato a vivere da solo in affitto.

Finchè riuscivo ad arrivare a fine mese senza essere eccessivamente in negativo col conto, allora andava tutto bene. Il classico paycheck-to-paycheck.

Oh, mica ho vissuto male eh: negli anni mi son girato in moto/aereo/auto Europa e America, mi son sposato, con mia moglie ci siamo comprati un appartamento in cui vivere e lo abbiamo arredato come volevamo, siamo riusciti ad andare fuori a mangiare quando ne avevamo voglia e non è mai mancato il pane in tavola.

No, mia moglie non fa Hilton di cognome, semplicemente è stato un 50% stile di vita (viaggi cheap), e un altro 50% schiettamente culo: non è mai successo un imprevisto troppo impegnativo che ci piegasse.

Poi è arrivato il piccolino, e mi si è accesa una lampadina nel cervello.

Saranno state le esalazioni dei pannolini? Le notti in bianco? O le otiti da infiammazione a causa delle urla? Non lo so, fatto sta che ad un certo punto mi son detto:

 "Qui non si può più fare le cose alla Renè Ferretti" (FONTE)

Son partito da una domanda molto semplice:

"Mi succedesse una disgrazia, a mio figlio cazzo lascio?"

Dato che la mattina cerco ancora di guardarmi allo specchio senza avere l’istinto di sputarmi in faccia, mi son detto che così non poteva più andare bene, quindi mi sono auto-obbligato ad un programma serrato per riordinare le cose.

1° STEP – FORMAZIONE

Capire che cazzo vuol dire risparmiare, come si gestiscono i soldi, come si fa a non trovarsi col culo a terra la settimana prima che arrivi lo stipendio e, qualunque cosa accada, arrivare sereni ai passi successivi.

Ho iniziato da Reddit leggendo un pò di argomenti della wiki di ItaliaPersonalFinance, sempre nel sub ho trovato i link al blog e me lo son letto, TUTTO.*

Ho sfruttato le ore di passeggiata col pupo ed i momenti di trasferta casa/lavoro per ascoltarmi il podcast di IncassaForte, per farmi delle idee ed un pò di cultura sul mondo della finanza “customer”, mi son già messo altri podcast in lista per le prossime ore.

Mi son comprato dei libri sull’argomento, il primo è stato quasi per caso.

Ho visto “Un milione per mia figlia”, sullo scaffale in libreria, e dato che sono una vittima del marketing me lo son comprato. Pessimo acquisto, in buona sostanza dice solamente “comprate ETF e sfruttate l’interesse composto”.

Dopo questo pessimo acquisto ho preso tutti i consigli sparsi in sub/blog/podcast e ne ho tirato una somma: mi son preso Padre Ricco e Padre Povero di Kiyosaki, prossimamente dovrebbe arrivarmi O la borsa o la vita di Vicki Robin e ne ho già altri 2 in carrello (I 4 pilastri dell’investimento e L’investitore intelligente). 

A questo punto mi son sentito praticamente come Neo in matrix!

STEP 2 – PARARSE IL CULO

Dato per assodato che la formazione è perpetua, ho iniziato dando subito una risposta concreta alla mia domanda: ho chiamato un amico che fa l’assicuratore e mi son fatto fare una polizza vita che copra l’importo della casa + altri 10k di margine.

Visto che la rata non cambiava molto tra una polizza capitale decrescente o una a capitale fisso, ho scelto quella a capitale fisso. Se tra 20 anni ci lascio le penne, almeno so il perchè.

Però, dato che spero questi siano soldi che sto buttando nel cesso, non c’è mica solo questa eventualità, quindi si passa allo step 3.

STEP 3 – ORGANIZZARE

La cosa bella dell’imparare un nuovo argomento è guardare con serenità ciò che ci circonda e, sempre molto pacificamente, pensare: MA CHECCAZZO E’ STAMMERDA?!

Non avevo fondi d’emergenza, i liquidi erano su due conti senza apparenti motivazioni logiche, non avevo idea di dove finissero ogni mese i soldi che entravano, la valutazione sulla possibilità di sostenere una spesa era assolutamente cazzometrica.

E dire che mi reputo una persona schematica e rigida! 

It’s time for some change here.

Ho quindi iniziato provando varie app per tracciare conti e spese, alla fine ho colto al balzo l’offerta di BudgetBakers che dava il piano premium di Wallet a 20$ per sempre, quindi ho cominciato a segnare tutto lì, compreso l’euro della macchinetta del caffè.

Ho poi proseguito strutturando una serie di fogli excel (che so tu apprezzi particolarmente), in cui son andato a tracciare:

  • le spese ricorrenti annuali (spese condominiali, assicurazioni auto e moto, tari, bolli auto e moto, abbonamenti vari, quota più o meno prevedibile per la manutenzione auto, etc), ne ho fatto un totalone e l’ho diviso per 12
  • le spese fisse mensili (luce, gas, internet, quota spese annuali, rata mutuo, rata finanziamento dell’auto)
  • le cose che hanno un valore economico (veicoli, orologi, la parte di casa già pagata al netto dell’eventuale rivalutazione del mercato)
  • la lista dei conti di cui avrei avuto bisogno

Step numero 4: creare

Dato che siamo in un periodo storico meraviglioso in cui per aprire un conto corrente basta loggarsi con lo SPID, ma soprattutto le varie fintech fanno a guerra per prendersi nuovi clienti, ho cominciato ad aprire conti a josa senza spendere un cazzo di niente (spoilerino: ho letteralmente guadagnato 90€ aprendoli).

In generale mi muovo in questa maniera:

  • Main account: conto sul quale sale il mio stipendio e scendono le spese fisse (mutuo, auto, assicurazione vita, utenze)
  • Conto spese: un vecchio conto ING con fido di 2000€ gratis. Praticamente lo uso come se fosse una carta di credito, ma con il pro-trick che non devo pagarci commissioni, canoni o altro
  • Illimity: da usare per il fondo emergenza, che sarà almeno inizialmente 3x spese fisse mensili, l’obiettivo è arrivare almeno a 6x
  • N26: lo uso come biglietto della metro così risparmio sul costo di immissione della tessera visto l’utilizzo scostante dei mezzi. Su uno spazio ci metto i soldi per i viaggi su un altro spazio invece metto i fondi per le spese fisse (che giro ogni mese).
  • Buddybank (e grazie per i 40 sacchi!): Su questo conto ho costretto mia moglie, partita iva, a girare parte dei suoi introiti per pagare le tasse a fine anno. Se sai che qualcosa sta arrivando, non è assolutamente imprevisto. /Semicit. di Ned Stark sull’inverno).
  • Directa: vabbhe, che c’è da spiegarlo? Aperto per fare dei piani d’accumulo spendendo due spicci, soprattutto per i piani futuri. Nel mentre, cazzeggio con lo stock picking: mi son preso 1 azione HOG e 1 azione A2A, giusto per cazzeggiare e sbloccare il bonus commissionale facendo gli eseguiti.

Probabilmente, quando comincerò ad avere dei saldi sui vari conti superiori a zero, potrebbe aver senso spostare su Illimity il fondo emergenza in un conto deposito svincolato a lungo termine. Lo stesso vale per i costi fissi, è inutile tenere bloccati i soldi in liquidità almeno guadagnateci due spicci di interessi!

STEP 5 – EXTREME DECLUTTERING FINANCIAL EDITION

Te vedo che gongoli già!

Ho preso il tuo articolo sul decluttering, l’ho elevato all’ennesima potenza e l’ho applicato alle finanze… Che vor dì?

La moto è ferma in garage da 4 mesi, essendo diventati 3 in famiglia è praticamente inutilizzabile ad ora (a meno che non la faccia diventare un sidecar, ma non è nelle ipotesi), quindi l’ho messa in vendita, lo stesso vale per gli accessori tamarri!

Nell’informarmi poi ho scoperto con meraviglia che l’oro è a prezzi altissimi (cioè record a 56€ al grammo), questo vuol dire che tutti i bellissimi braccialetti, ninnoli e cazzilli in oro accumulati negli anni posso venderli!

Dato che in 34 anni non li ho praticamente mai indossati hanno trovato nuova vita con un compro oro (registrato a Banca d’Italia) e mi hanno dato bei guadagni!

Ho pure deciso di smettere di fumare, e sono quasi 2 mesi che con successo non accendo una sigaretta. Non che spendessi capitali enormi (fumavo tabacco e non sigarette), ma son sempre due spicci in più in tasca.

A questo aggiungi che ho preso in mano i vari prodotti finanziari appioppati dai vari consulenti di famiglia (classico fondo pensione integrativo affiancato al TFR accantonato), ho guardato quanto mi facevano spendere come costi di gestione (circa il 7% annuo tra costi di caricamento e costi “puri” di gestione), con  la solita calma e serenità li ho presi a schiaffi per telefono, in attesa di poterlo fare di persona.

Anche per questa situazione mi sto attivando per portare tutto verso gestioni più sensate, sfruttando le possibilità di detrazione legate alla pensione integrativa, che schifo non fa (questi consulenti incapaci invece sì).

‘Nzomma, non sarò Marie Kondo, ma almeno faccio entrare due spicci!

STEP 6 – WASH, RINSE E REPEAT

L’idea è che, una volta arrivato a regime abbia a disposizione:

  • FONDO EMERGENZA
  • FONDO SPESE ANNUALI
  • QUOTA RISPARMI VIAGGI
  • INVESTIMENTI 

Non sarà poi una vita di grandi eccessi e grandi imprevisti, vero, ma le mie montagne russe finanziarie direi che le ho già belle che fatte. 

Ora il mio obiettivo nella vita è dare continuità e serenità in casa, poter investire su mio figlio, formarlo ed educarlo a conoscere cosa sono i soldi, fargli capire che non puzzano e che se usa l’intelligenza finanziaria potrà raggiungere grandi traguardi nella sua vita.

La ricchezza non sta nel possedere beni, quanto nel poter non dipendere da essi.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • TRADE REPUBLIC: in regalo una frazione di azione fino a 200€ di valore dopo il deposito di 50€ e il primo acquisto in etf o azioni
  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€ e 70€ di cashback per 3 mesi.
  • SATISPAY: 5€ dopo aver impostato un budget con il codice promo VITTORIOSIMONE
  • YAP: 10€ con il codice promo VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
Foto di Couleur da Pixnio

* NOTA: Tu hai veramente una qualche ossessione con MonteeMagnus, occhio che se ripeti “bloody Monty” tre volte allo specchio di notte poi ti appare un suo video sul perchè dovresti donare tutti i tuoi beni alla chiesa. E finisce che ti convince pure (confermo ndFC).

Tagged in: