Se avete 20 anni probabilmente vi sarete rotti i coglioni dei vostri genitori e state fantasticando sull’idea di andare a vivere da soli. Se andate verso i 30 invece siete più coscienti di come funziona il mondo ma comunque vi state domandando: quanto costa andare a vivere da soli?

Bene, sono qui per rispondere a queste domande ma preparatevi, state entrando in una vera e propria valle di lacrime.

No, col cazzo protagonista di un film clamoroso ma in realtà hippy di merda incapace di diventare adulto!

Chi pensa di andare a vivere da solo sottovaluta molti elementi prima di fare il grande passo. Si considera solo una parte delle spese e non quelle totali. Ma vivere da soli è una spesa enorme soprattutto se non sapete gestire il denaro e avete stipendi altalenanti.

Quindi tiriamo fuori i fatti e andiamo a sviscerare spesa per spesa di quanto costa andare a vivere da soli.

QUANTO COSTA VIVERE DA SOLI: L’AFFITTO

Dato per scontato che non abbiate casa di proprietà o che i vostri genitori non vi abbiamo comprato in fasce un appartamento da utilizzare una volta maggiorenni (generalmente accanto a loro e che vi farà regolarmente cacare) la vostra unica soluzione è l’affitto.

Capite che avete di fronte uno scemo quando vi dice la frase “l’affitto sono soldi buttati, meglio comprare”. E’ un discorso da scemi perché l’alternativa è vivere in un van oppure sotto i ponti.

Può essere una stronzata economica non acquistare casa (e anche qui ci sarebbe da discutere) ma andare in affitto non è buttare i soldi: stare al caldo, avere un letto e un posto dove tornare è uno degli bisogni fondamentali dell’essere umano.

Quindi non fasciatevi la testa se dovete andare in affitto in un appartamento ma fasciatevela per quanto dovrete spendere.

A seconda della città i costi variano e anche solo considerando una media nazionale non andiamo sotto i 500€ di spesa media nazionale. Città come Milano e Roma hanno prezzi più alti altre, come Bologna, sono drogate dal mercato degli universitari e arrivano a livelli di costo/qualità rasenti la circonvenzione di incapace.

Ma non è finita qua

COSTI PRIMA DI ENTRARE DENTRO CASA

L’affitto non è l’unico costo inerente la casa. E’ sicuramente quello più grossi ed evidente ma ce ne sono tanti altri che, sommati, aumentano di tanto il costo medio della casa e dell’andare a vivere da soli.

Avete scelto la vostra casa, avete chiuso con il proprietario e state in procinto di chiudere. Quindi pensate di pagare il primo affitto e entrare a casa, vero? 

Ecco, no:

  • Spese di agenzia. Se avete trovato casa al 95% passerete da un’agenzia. Il costo dell’agenzia è pari ad una cifra tra il 5% e il 13% del costo annuo lordo dell’affitto. In parole povere: una mensilità in più.
  • Contratto – E che non lo pagate il contratto di affitto? Generalmente è attorno ai 250€
  • Mobilio e trasloco – Anche se la casa è arredata dovrete spostare i vostri oggetti. Ed essendo il trasloco la conferma che il demonio esiste trasporterete una quantità infinita di oggetti (che in gran parte butterete quando arriverete nella nuova casa). Se vi spostate in una nuova città questo costo può anche diventare importante.
  • Caparra – Questo non è una vera e propria spesa (perché vi verrà restituito) ma consiste in una cifra di 2/3 mensilità, che dovete versare al proprietario di casa come pegno nel caso gli distruggiate casa. Comunque son soldi che escono dal portafoglio.

COSTI MENSILI CHE NON CONSIDERATE

Eh si oltre ai costi di gestione ordinari (ne parleremo tra poco), esistono tutta una serie di piccoli costi extra che però incidono, anche pesatamente, sul vostro affitto.

  • Condominio – Il condominio è il costo di gestione comune della palazzina. Sale al salire dei servizi, ad esempio per quello stronzissimo portiere che non vi chiama mai quando arriva un pacco. 
  • Riscaldamento – Il vostro appartamento può avere un riscaldamento autonomo (lo pagate voi nelle bollette) o centralizzato. Nel secondo caso il costo del condominio viene suddiviso tra i varia abitanti e non vi sarà mai chiaro quali siano i reali consumi di casa per casa. Molto spesso pagherete un salato conto trimestrale anche se vivete in un igloo.
  • Tassa sui rifiuti – Varia dal centinaio di euro in città evolute e con la differenziata fino ai 200 € in una cloaca di smaltimento e incapacità gestionale quale la mia amata Roma. 

SPESE ORDINARIE

Bene, tra agenzie, affitto, caparra e altri cazzi burocratici con la quale smadonnerete nei primi periodi siete finalmente entrati dentro casa.

Perfetto avete il mobilio, avete traslocato ma non avete una serie di servizi fondamentali:

  • Luce e Gas – E’ un costo mensile che si assesta su almeno 40 euro al mese. Se volete trovare modalità per risparmiare su luce e gas ho fatto anche questo!
  • Internet e Telefono – Sta a voi capire quanto vi serve e che di velocità di connessione avete bisogno. Comunque sotto il 25€ al mese è davvero dura andare.
  • Cibo – Devo aggiungere altro? Bello stare in una casa propria ma non essendo dei tarli che mangiano il legno dovete andare al supermercato a fare la spesa. Almeno 150€ al mese li spenderete, statene certi.

MA QUINDI QUANTO COSTA VIVERE DA SOLI?

Andiamo a fare i conti della serva: generici, senza ritegno e senza una base solida. Esattamente quello che contraddistingue questo blog.

AFFITTO PER MONOLOCALE – 600 € * 12 = 7200 €

CONDOMINIO + RISCALDAMENTO – 120 € *12 = 1440 €

LUCE, GAS E TELEFONO – 65 € * 12 = 780 €

TASSA SUI RIFIUTI200 €

CIBO – 150 * 12 = 1800 €

TOTALE ANNUALE = 11.420€

TOTALE MENSILE = 951 €

A questo aggiungete le spese extra e burocratiche:

720 € di agenzia (al 10%)

3 mensilità di caparra pari 1800 € al mese

150 € di spese di trasloco

100 € varie ed eventuali di mobilio e accessori casa

Il totale per trasferirsi il primo anno e andare a vivere da soli? 14.190.

SINTESI DEI COSTI DELL’ANDARE A VIVERE DA SOLI

Ci sono tanti modi per andare a vivere da soli e risparmiare come dividere le spese con altri coinquilini, andando in città più economiche, convivendo con il vostro fidanzato o compagna, ma fidatevi i costi rimangono molto vicini a quelli che ho elencato.

Vabbè, insomma, siete andati ad abbracciare mamma, veh?

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • DIRECTA SIM: bonus commissionale di 50€ per i nuovi clienti inserendo nelle note del modulo d’adesione la dicitura: “Codice AMICO AM08279” e facendo un eseguito entro il 15 novembre
  • BUDDYBANK: 40€ gratis se aprite un conto corrente come nuovo cliente usando il codice D966DF
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE