Come sapete per me gli immobili non sono un investimento.

La casa è una sicurezza personale, la manifestazione effettiva del raggiungimento di un obiettivo o la patrimonializzazione dei propri beni ma non è un investimento.

Il mattone è un bene illiquido, costoso e con troppe variabili che non dipendono da noi per essere considerato un buon investimento.

E la cosa che mi fa profondamente incazzare è chi si vanta dei propri guadagni astrofisici sull’investimento immobiliare. Per carità ci saranno anche persone molto brave ma non considerano MAI i costi nascosti (a dire il vero neanche troppo) per l’acquisto di una casa.

casa costi

Avete notato come questo ninja da quattro soldi assomigli ad un agente immobiliare di Tecnocasa?

Vabbè, torniamo a noi.

Quando vi dicono che hanno comprato una casa a 100k e poi l’hanno rivenduta a 130k pochi anni dopo i vostri simpatici cazzari dimenticano SEMPRE di includere nell’acquisto i costi nascosti.

E preciso non sono ne nascosti ne tanto piccoli:

  • ISTRUTTORIA, POLIZZA E PERIZIA – E’ obbligatoria. Viene definita dalla banca ma in genere è di circa 1600€
  • PRELIMINARE DI VENDITA – La registrazione del preliminare costa all’incirca 500€
  • MUTUO – Se prendete un mutuo avete il costo del finanziamento TAN e il costo complessivo del finanziamento TAEG. Ne abbiamo parlato qua. Al costo del mutuo dovete aggiungere l’imposta sostitutiva sul mutuo: varia dallo 0,25% se si tratta di una prima casa, altrimenti 2% sull’importo erogato.
  • SPESE DI AGENZIA – Il 99,9% delle case vengono vendute tramite agenzia. La percentuale varia a seconda della città o della zona, ma varia tra il 3% e il 5%.
  • IVA – Si dovete pagare l’Iva. E’ il 4% se prima casa altrimenti 10% sul valore dell’immobile, ma solo se compri dal costruttore. Nel caso acquistiate da privato si paga invece l’Imposta di registro  E’ il 2% se prima casa oppure il 9% del valore catastale dell’immobile.
  • IMPOSTE – Ipotecaria e catastale 50€ cad. se prima casa e acquisto da privato, 200€ se acquisti da costruttore
  • NOTAIO –  Circa 3000€ per l’atto di compravendita e tra i 1500€ e 2000€ per l’atto del mutuo.

Insomma,al prezzo di acquisto dovete aggiungere circa un 8% al valore totale dell’immobile.

Quindi se volete acquistare una casa per viverci ogni centesimo speso vale il sacrificio e la spesa che ne avete fatto.(sempre coscienziosamente e nei limiti del vostro budget).

Ma se ragionate a livello di investimento beh fatevi i conti per bene.

All’investimento per acquistare l’immobile aggiungete quelli per i piccoli lavori di ristrutturazione, l’acquisto di mobilio e delle varie tasse connesse al possesso di una casa (come l’IMU seconda casa).

Siete sicuri che riusciate a pareggiare i costi di “investimento” con l’affitto? E chi vi dice che quando lo rivenderete la vostra città (o quartiere) sia ancora attraente?

E poi considerate sempre che non si può vendere una casa in un schiocco di dita, servono sempre diversi mesi. Un immobile insomma è un bene illiquido.

In sintesi: vi sembrano poche come rotture di coglioni?

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: punti membership extra per le carte tradizionali o 5% di cashback per 6 mesi con una carta Blu American Express
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€.
  • YAP: 50€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE

FONTE IMMAGINE: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Ninja_The_Last_Thing_You_See.jpg