E’ incredibile quante scuse per non risparmiare o investire abbia sentito nella mia vita. Se l’impegno utilizzato nel pensare cacate immani fosse utilizzato per gestire meglio le finanze personali sareste tutti ricchi.

Mi sembra un po’ come i compagni di banco che passavano le ore a fare bigliettini per copiare ai compiti in classe e non si rendevano conto che, in meno tempo, sarebbero riusciti a studiare tutto il programma.

Quindi oggi faccio un po’ di debunking (quanto son fregno co’ sti termini) per sfatare un po’ di scuse per non risparmiare.

scuse per non risparmiare debunked

1. É TROPPO DIFFICILE

Se mi dici cosa non è facile nella vita posso darti ragione.

É facile imparare a camminare? 
É facile raggiungere dei risultati nello studio?
E nel lavoro o nello sport? É facile crescere un figlio?

No, niente è facile nella vita, fattene una ragione.

Il fatto che una cosa non sia facile non vuol dire che debba rinunciare a capirla o a farla e, in generale, il nascondere la testa sotto la sabbia non è grande modo per affrontare i problemi.

Peraltro è pure una falsità perché ormai esistono tantissime fonti per informarsi come podcast finanziari, canali youtube, corsi udemy online e poi ci sono i vecchi e cari libri: bastano 5 letture per avere una buona infarinatura.

Certo se vuoi diventare un massimo esperto in qualcosa l’impegno sarà costante e continuo, il mondo non ti chiede di diventare Warren Buffett, solo di gestire il tuo denaro in maniera migliore della media.

Insomma, non si tratta di difficoltà ma di volontà: se vuoi migliorare il tuo presente e il tuo futuro devi affrontare delle piccole difficoltà iniziali.

2. NON HO ABBASTANZA SOLDI

Un’altra delle scuse per non risparmiare è la frase “non ho abbastanza soldi”.

Il mercato del lavoro italiano è molto difficile (ecco i dati OCSE) e gli stipendi italiani non crescono da un decennio. Questi sono due dati di fatto ma non possono sempre essere un paravento per non mettere da parte dei risparmi e cominciare ad investire.

Puoi pagare 250€ di rata della macchina? 
Compri ogni anno un nuovo telefono?
Tieni attivi sempre 7 abbonamenti differenti per lo streaming?
Mangi sempre fuori?
Compri costantemente nuovi oggetti?

Se ti senti preso in causa vuol dire che non è vero che non hai abbastanza soldi, li stai solo spendendo male in oggetti di consumo.

In generale devi accettare che stai vivendo sopra le tue capacità economiche. Non sei l’unico in quanto lo fanno interi stati e migliaia di famiglie, ma sappi che non è il modo corretto di vivere.

Se vuoi farti passare la voglia di spendere facilmente puoi leggere il mio articolo sul minimalismo, ma in generale bastano queste 2 considerazioni:

  1. Quando avrai dei problemi l’iphone nuovo non ti consolerà. 20 sacchi sul conto deposito si. E in caso di problemi medici ti potrebbero far curare da un medico capace.
  2. Quegli oggetti si deperiranno, passeranno di moda o li butterai… pensi che ti ricorderai di loro tra 20 anni? Oppure ricorderai il tuo +15% in borsa?

3. QUANDO GUADAGNERÒ DI PIÚ SISTEMERÒ TUTTO

Questa è la cazzata della cazzate. E’ la risposta di tutti quelli incapaci di fare ogni cambiamento e che puntano sulla provvidenza o sulla redenzione nella via di Damasco.

Le brutte intenzioni non si cambiano da un giorno all’altro ma con un costante lavoro nel corso del tempo, quindi non sperare di risolvere tutto in un colpo solo.

E questo soprattutto perché:

A. NON É DETTO CHE GUADAGNERAI DI PIÙ

Perché ti lamenti di non avere i soldi per risparmiare a causa di stipendi troppo bassi ma pensi che in futuro guadagnerai molto di più in modo da ripagare le tue spese sconsiderate e mettere soldi da parte?

Stai dando per scontata una cosa che non è detto si realizzi.

B. I BUDGET SI FANNO SULLE PERCENTUALI

Sai perché i budget si fanno seguendo le percentuali?

Perché farlo su una cifra fissa non mette in conto la variazione dei tuoi guadagni. Questi possono diminuire o crescere ma una cifra fissa non tiene conto di questa variazione, la percentuale si.

Nel caso tu decida di investire ogni mese il 20% dei tuoi guadagni in soldi contanti il denaro investito sarà diverso se guadagni 2000€ piuttosto che 1000€, ma rimarrà sempre la stessa quota proporzionale.

Lo stesso vale per le spese di tutti i giorni! 

C. INFLAZIONE DELLO STILE DI VITA (LIFESTYLE INFLATION CREEP)

Dimentichi inoltre un piccole fattore che si chiama Lifestyle Inflation

Queste due paroline demoniache vogliono dire che sei hai abitudini di spesa di merda all’aumento dei tuoi guadagni aumenteranno anche le tue spese. Rimarrai quindi povero e con lo stesso risultato: con il conto a 0.

Se con uno stipendio di 1000€ compri 3 paia di scarpe al mese quando 
sarai poverello ti comprerai 3 paia di Fila.

Quanto guadagnerai 2000€ ti comprerai 3 (o anche 4... guadagni di più!)
paia di scarpe ma saranno le più care Nike.

E’ inutile pensare di guadagnare di più e sistemare le cose, perché è una pura illussione.

Devi già da subito definire i tuoi budget (in percentuale) tagliando i costi inutili, limitando le spese e continuando ad avere uno stile di vita consono alle tue possibilità.

Sarebbe ancora meglio se mantenessi lo stesso stile di vita minimalista a vita usassi i soldi risparmiati per aumentare il denaro investito e risparmiato.

4. LO FACCIO DOMANI

Niente oggi mi vuoi proprio fare avvelenare.

Lo faccio domani è una delle peggiori scuse per non risparmiare e, in generale, una delle frasi più odiose che esistano. Il ritardare le cose, spesso accompagnandole con una scarsa memoria, è un’offesa personale enorme per se stessi (e per gli altri).

Le cose si fanno SUBITO.

Non si perde tempo, non si riacchiappano i fili in continuazione, non si lasciano briciole di pane ovunque. Si fanno e basta, immediatamente.

Prenditi una giornata da solo, analizza il tuo modo di gestire i soldi, leggiti la mia guida al risparmio per principianti e tira fuori i coglioni/ovaie.

5. QUESTA É L’ULTIMA VOLTA!

Hai notato quanto una frase del genere sia simile a quella di un tossico con l’ultima dose, di un alcolizzato con l’ultimo bicchiere di Whiskey oppure di un tabagista con l’ultima sigaretta (su questa ci hanno scritto un romanzo intero)?

Eppure questa frase è comunissima tra quelli che spendono e spandono senza limiti. C’è sempre un ultimo paio di scarpe o un ultimo telefono oppure un’ultima macchina (quella definitiva).

La realtà è che come tutti quelli con una dipendenza questa frase è una cazzata.

Serve solo per pulirsi la coscienza, se ne dimentica in fretta e poi si ricomincia tutto da capo. Ma come un tossico rovina la sua salute fisica la spesa ossessiva e incontrollata rovina il futuro.

Quindi accettate la vostra dipendenza, curatela e se avete bisogno fatevi aiutare. E non ripetete più la quinta scusa per non risparmiare.

CONCLUSIONI SULLE 5 SCUSE PER NON RISPARMIARE E INVESTIRE

Ci sono tante persone realmente in difficoltà ma tantissime altre sono semplicemente vittima delle proprie abitudini sbagliate.

La fragilità fa parte della nostra cultura e siamo costantemente bombardati da modelli che ci fanno sentire inferiori. Non dovete però essere succubi di questi meccanismi e usare queste 5 scuse per non risparmiare o investire è solo un modo per pulirvi la coscienza e ricominciare con le stesse abitudini.

Abitudini che fanno del male a voi. Il mondo o il destino non penserà a sistemarvi la vita (anzi), ma voi potete. Riflettete e cambiate

Fatto questo grande salto capirete che potrete controllare il mondo. Ecco, magari non tutto non tutto, ma almeno ci riuscirete il vostro.

Basta davvero poco.

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • BUDDYBANK: 40€ gratis se aprite un conto corrente come nuovo cliente usando il codice 589733
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 10€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ in regalo con VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
Foto di Here and now, unfortunately, ends my journey on Pixabay da Pixabay