Molti di voi avranno cominciato a gestire il proprio budget su Wallet by Budgetbakers e si saranno resi conti di avere parecchi debiti: buffi con gli amici, prestiti per la lavatrice, finanziamenti per la rate della macchina, scoperti sulla carta di credito sino ai sempre più comuni debiti tributari (e debiti equitalia).

Se siete in questa condizione sappiate che esistono 2 diverse tecniche per ripagare correttamente i vostri passivi. 

Non sono una delle persone più adatta per parlare dei debiti in quanto, in genere, non li faccio ma credo possa essere utile a molti qua dentro capire come gestirli e come ridurli in caso la situazione stia diventando esasperante.

Quindi preparatevi perché oggi parliamo di buffi e di neve!

come ripagare i debiti tributari e finanziari

NON QUELLA CAZZO DI NEVE!

Dio mio.

Parlo di neve perché le due tecniche inventate in USA, la patria del debito di ogni tipo, fanno riferimento alle valanghe e alle palle di neve.

L’associazione non è casuale in quanto, ridurre i propri debiti in maniera strategica, crea un effetto su tutti gli altri buffi e sulla propria situazione finanziaria.

Cominciamo con la tecnica più semplice: la Snowball Effect!

RIDURRE IL DEBITO CON LA SNOWBALL EFFECT DI DAVE RAMSEY

La prima tecnica per gestire i debiti finanziari ci è gentilmente offerta da una nostra vecchia conoscenza: Dave Ramsey.

Personaggio e youtuber molto famoso ha sviluppato una serie di semplici tecniche per gestire al meglio le proprie finanze e che, viste anche sue esperienze personali, è molto refrattario al debito e ai debiti di ogni tipo.

Vista la sua attitudine si è inventato la tecnica per pagare i debiti chiamata Snowball Effect (L’effetto palla di neve), tanto semplice quanto efficace:

  1. Raccogliete e scrivere una lista di tutti i debiti personali
  2. Ordinate i debiti dal più piccolo al più grande
  3. Pagate tutti i debiti il minimo possibile ma versare il massimo nel primo della lista (quello più piccolo)
  4. Dedicando più denaro al primo debito questo sarà estinto più velocemente. Finito di pagare il primo debito nella lista, passate al secondo e poi al terzo seguendo lo stesso meccanismo
  5. Continuate fino ad aver estinto ogni debito

Si tratta di una tecnica per pagare i debiti molto valida soprattutto per il fattore motivazionale.

Cominciando a pagare i debiti dal più piccolo debito la Snowball Effect garantisce risultati in brevissimo tempo stimolando a proseguire nel percorso. 

Purtroppo non è la migliore soluzione finanziaria, infatti esiste un’altra tecnica…

DEBT AVALANCHE: PRIMA I DEBITI AD ALTO TASSO D’INTERESSE

Se la Snowball effect si concentra sul fattore motivazionale, Debt Avalanche si concentra sul fattore prettamente economico/finanziario.

I prestiti, finanziamenti e in generale i debiti non possono essere solo classificati per la grandezza della cifra ma dovrebbero essere valutati anche per il peso: un prestito di 1000€ al 20% di tasso d’interesse pesa infatti quanto uno di 20000€ all’1%.

Il debt avalanche si concentra proprio sull’estinguere il prima possibile i debiti più pesanti, quelli con il tasso d’interesse più alto.

In questa maniera si eliminano le spese proporzionalmente più impattanti, si risparmia su futuri e onerosi interessi e si può usare quel denaro per chiudere anticipatamente altri debiti. 

Il meccanismo è lo stesso dello snowball effect ma si differenzia, come detto, nel classificare per prima i debiti con un tasso d’interesse più alto (leggiti la differenza tra Tan e Taeg). Si procede quindi nel chiudere quelli più “pesanti” e poi quelli con tassi più leggeri.

I prestiti ad alto tasso d’interesse sono quelli più impattanti nelle vostre uscite mensili in quanto il peso degli interessi aumenta con il numero delle rate. Parlando potabile anche se il debito è piccolo ci pagherete un sacco di interessi, interessi che possono essere usati in maniera migliore.

Il modo migliore per usare questi soldi è quello di usarlo per estinguere altri debiti, tipo il secondo e il terzo della lista. Un meccanismo a valanga, appunto.

Come tutte le cose razionali e matematiche è una tecnica difficile da praticare. Serve rigore, costanza e grande attenzione in quanto i risultati possono arrivare dopo molto tempo.

Se siete persone scarsamente motivate seguite la linea di Dave Ramsey, fidatevi.

GESTIRE I DEBITI ALL’AMERICANA FUNZIONA IN ITALIA?

Come gran parte delle regole finanziarie queste sono state realizzate da pensatori americani per un pubblico americano, un mondo (finanziario) molto distante dal nostro.

Esistono un sacco di differenze tra Ue/Italia e USA e dovreste memorizzarle per pesare le regole dei formatori americani. Intanto parliamo delle differenze sui debiti tra il mondo europeo e americano:

I TASSI D’INTERESSE

I prestiti personali, i debiti a breve termine e gli interessi sulla carta di credito funzionano in USA una maniera molto più “liberalizzata” di quanto succeda in Europa. 

In Europa, e in Italia in particolare, tutti i prestiti e mutui sono attentamente regolati (tipo i mutui per la casa) e non possono eccedere determinate percentuali (altrimenti si entra nel reato del tasso di usura). 

Ciò non succede in USA in quanto il tasso per il prestito è determinato dal credit score e da un sistema molto meno vincolante per le finanziarie.

Insomma un americano sfigato paga decisamente di più di un italiano sfigato!

PAGAMENTO DEL DEBITO

In USA si può ricontrattare, praticamente mese per mese, quanto debito ripagare.

In questo modo uno può decidere di pagare la cifra minima per un alcuni prestiti e invece versare più denaro in un altro prestito.

Ciò, generalmente, non è possibile in Italia in quanto la rate del prestito è fissata alla stipula del contratto e rimane costante nel tempo.

La possibilità di variare mensilmente la cifra da pagare esiste già sulle carte di credito revolving e alcune finanziarie stanno offrendo opzioni come quelle americane ma, in generale, si tratta di eccezioni.

L’unico modo per ottenere uno sconto su un finanziamento è quello di ricontrattare il prestito con altro ente in un periodo più favorevole. Per il mutuo questa procedura si chiama surroga.

CHIUDERE UN PRESTITO ANTICIPATAMENTE NON CONVIENE

L’interesse composto sui prestiti può essere terribilmente costoso in un sistema come quello americano.

I risparmiatore statunitensi cercando quindi di chiudere anticipatamente i prestiti in modo da ottenere uno sconto (o la totale estinzione) degli interessi sulle rate non ancora versate.

In Italia, spesso, questo non è possibile o non è conveniente economicamente.

Se andate a leggere le clausole, e questo vale soprattutto per i pagamenti delle automobili a rate, chiudere anticipatamente non comporta nessuno sconto sugli interessi!

Questo succede perché, nel modello di finanziamento europeo, si pagano prima gli interessi dovuti e poi si erode il capitale. In questo caso voi pagherete tutta la cifra dovuta ma anche gli interessi futuri da maturare. In alcune situazioni esistono addirittura delle penali per la chiusura anticipata.

Insomma, ragionateci e leggete tutto.

MA IO SONO ITALIANO: A CHE CAZZO MI SERVONO STE TECNICHE?

E lo sapevo che arrivava sta domanda. 

Hai pure ragione perché son tecniche per americani ma noi viviamo in un mondo diverso.

Eppure si tratta di tecniche molto utili: fare una lista di debiti è essenziale a prescindere (la avete?!), è importante anche sapere quanti debiti avete, quanto durano, quanto dovete ancora pagare e quanto vi costano a interessi.

Se avete prestiti su carta di credito, vecchi finanziamenti e fidi vari potete prendere in mano la situazione e usare queste tecniche.

Potrete procedere subito a estinguere i debiti delle carte (quelli più cari!) e a ricontrattare i finanziamenti con banche o società meno esose.

Come dico sempre: ogni idea è utile, basta usarla per il proprio caso particolare.

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon usando questo link od usa i miei codici Fintech:

  • BLU AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express con questo link
  • PAYBACK AMERICAN EXPRESS: 12000 punti payback in regalo dopo una spesa di 1000€ in 3 mesi
  • TRADE REPUBLIC: Un’azione gratuita fino a 40€ se apri un account ed effettui il primo acquisto di uno stock
  • BUDDYBANK: 40€ in regalo se apri un conto e fai una transazione di almeno 5€ con la carta
  • CREDIT AGRICOLE: 25€ di buono regalo Amazon per apertura conto e fino a 100€ di cashback in buoni Amazon se richiedi una debit Visa
  • CURVE: Ottieni 5£ in regalo dopo 5 transazioni da 5£
  • BBVA: 10€ all’iscrizione + 10% di cashback il primo mese

Fonte immagine: <p&p>Photo – Soft Snow su Flixr