I conti deposito sono uno dei strumenti più semplici e più sicuri con il quale investire i propri risparmi.

Non garantiscono grossi guadagni in termini di rendimento però compensano con la semplicità della gestione e la protezione del capitale garantita dal fondo interbancario.

Un ottimo mix per un investitore dilettante oppure per quei risparmiatori molto prudenti.

Ok sono semplici ma non devono essere sottovalutati ed è importante sapere come funzionano i conti deposito e cosa sono.

Quindi prendete carta, penna e dindarolo! Dovrete prendere appunti!

conti deposito come funziona

MA UN CONTO DEPOSITO COS’È?

Il conto deposito è che un conto corrente con funzionalità limitate il cui unico scopo è quello di far fruttare interessi al denaro depositato sopra (il “vincolo”).

Essendo simile a un conto corrente è protetto da FITD (ne parliamo dopo) ma è ne limitato nelle funzionalità. Ad esempio non può essere associata una carta di debito, non si possono effettuare pagamenti di domiciliazioni o di pagopa e i bonifici sono limitati o, spesso, a pagamento.

Lo scopo dei conti deposito è solo quello di vincolare somme di denaro in modo da garantirsi un rendimento pari, almeno, a quella dell’inflazione e mantenere invariato il proprio potere di acquisto.

È un ottimo strumento per vincoli a breve o medio termine difficili da investire a mercato, per risparmiatori prudenti o come parcheggio per scelte finanziarie strategiche.

UN CONTO DEPOSITO COME FUNZIONA?

Potete depositare il vostro denaro con un conto deposito semplicemente con un bonifico, Il dove è un problema diverso.

I conti depositi infatti sono offerte dalle stesse banche che obbligano anche ad aprire un conto corrente (come Illimity Bank) oppure da specifici istituti finanziari che si occupano della raccolta di capitale dai risparmiatori e utilizzano il denaro per fornire prestiti a privati.

L’offerta è ampia sia dal lato bancario che degli istituti finanziari (tra i più famosi: Banca Progetto, IBL, Banca Aidexa, Exagon, CA Bank, etc) quindi la concorrenza è in continuo mutamento. In genere comunque gli istituti specifici offrono tassi migliori.

Prima di tutto bisogna capire come funziona un conto deposito.

E si perché ok che danno degli interessi a fine vincolo e sono simili al conto corrente ma in realtà esistono 3 diverse varianti:

  • Libero: puoi prelevare / depositare il denaro quando vuoi
  • Svincolabile: puoi prelevare/deposita il denaro quando vuoi a certe condizioni
  • Vincolato: puoi prelevare / depositare il denaro solo dopo x tempo

Ognuno di questi conti deposito ha la sua peculiarità.

Proprio per questo è molto importante leggere sempre il foglio informativo o il KIID del prodotto in modo da non fare vincoli in prodotti non confacenti con il propri obiettivi finanziari.

In linea generale il libero permette di avere i soldi liquidi a disposizione in qualsiasi momento e per questo offre interessi più bassi.

Il conto deposito vincolato è quello con i tassi d’interesse più gustosi ma i soldi non possono essere ritirati fino alla fine del contratto. In alcuni rari casi estremi è permesso lo svincolo anticipato ma sotto pagamento di una penale e sempre con la rinuncia agli interessi maturati sino a quel momento.

I conti deposito svincolabili sono un ibrido tra il libero e il vincolato. Offrono una via di mezzo a livello di rendimento ma è previsto anche lo svincolo. In alcuni casi non si ottengono rendimenti in altri solo una decurtazione a un tasso molto più basso. 

CONTO DEPOSITO LIBERO, VINCOLATO E SVINCOLABILE: LE DIFFERENZE

TIPO CONTO DEPOSITORENDIMENTOVINCOLONOTE
LiberoIn genere ha il rendimento più basoIl denaro si può spostare istantaneamente e senza penali di alcun tipo
SvincolabileUna via di mezzo tra il libero e il vincolatoSi possono svincolare le cifre depositate prima della fine del periodo ma, mediamente, si perde l'interesse maturato o ne è prevista una riduzione sostanziale.Attenzione alle clausole (se si perdono i rendimenti) e ai rinnovi automatici del vincolo di alcuni istituti (tipo Banca Progetto)
VincolatoIn genere il vincolato ha il tasso d'interesse migliore, almeno dello 0,2% in più per lo stesso periodo del vincolato. Aumenta sostanzialmente su vincoli a 48 mesiIn genere non si può svincolare in nessuna maniera la cifra. Nel caso sia possibile si è soggetti a penali e alla totale perdita dei rendimenti maturatiÈ soggetto alla variazione dei tassi d'interesse. Se in crescita i vincoli fatti possono risultare meno attraenti senza la libertà di spostare il denaro. Sconsigliato il salto della quaglia.

QUALI SONO I COSTI DEI CONTI DEPOSITO?

La stragrande maggioranza dei conti di deposito non hanno nessun costo di gestione particolari (come nei casi delle polizze vita o fondi di investimento), salvo chiaramente la ritenuta fiscale e l’imposta di bollo presente su tutti gli strumenti di investimento ordinari.

Ricapitolando i costi di gestione sono a 0 ma dovete considerare sempre questo:

  • Ritenuta fiscale: 26% al momento della riscossione degli interessi, sempre obbligatoria. In genere questa tassa è nota come capital gain.
  • Imposta di bollo: 0,2% al momento del periodo di rendicontazione, talvolta azzerabile od offerto dall’istituto stesso come bonus di iscrizione.

Quest’ultimo è azzerabile attraverso il cosiddetto salto della quaglia.

Se la rendicontazione della giacenza media del vostro conto deposito è annuale il bollo passerà ogni 31 dicembre, spostando il denaro dal CD a un CC senza bollo è quindi possibile risparmiarsi l’obolo.

Il procedimento non è sempre conveniente. In caso di conti depositi svincolabili o, peggio, vincolati, si perderebbe il diritto agli interessi maturati. Inoltre il metodo è praticamente inutilizzabile in caso di rendicontazione trimestrale o semestrale.

QUALI RISCHI CI SONO? ESISTONO CONTI DEPOSITO SICURI?

Come ogni tipo di strumento finanziario anche il conto deposito, pur se con una certa sicurezza rispetto ad altri prodotti, ha dei rischi.

Alcuni sono dovuti alla possibilità di fallimento dell’istituto altri sono dovuti all’investimento in sé in confronto ad alternative già presenti sul mercato.

In generale comunque il conto deposito è sicuro, perlomeno rispetto a molte altre alternative.

FALLIMENTO DELL’ISTITUTO BANCARIO

Come praticamente tutti gli strumenti di investimento se la banca fallisce si il capitale.

Però il conto deposito è uguale ad un conto corrente con dei limiti e anche con i pregi. Tara questi pregi c’è il Fondo Interbancario di Tutela Dei Depositi (FTID) o equali di altri stati, che tutelano tutti i depositi inferiori a € 100.000.

In sostanza vale la stessa normativa per il fallimento delle banche.

RISCHIO DEL TASSO FISSO

Investire su strumenti a tasso fisso è spesso un gioco in perdita.

La variazione dei tassi d’interesse o l’aumento dell’inflazione possono rendere i vostri investimenti a 3 anni una merda in pochi mesi.

Pensiamo all’inflazione! Se tieni € 1.000 in un conto deposito al tasso di interesse dell’1% annuo per 3 anni e l’inflazione sale dallo 0,5% del primo anno al 4% del secondo perderete un bel pò di soldi. Il guadagno nominale lo vedrai, quello reale no.

Insomma anche per i conti deposito (anzi, persino di più) bisogna farsi bene i conti, capire il trend di mercato e se le banche centrali prevedono tagli o aumenti dei tassi.

Nel caso di (probabili) aumenti conviene aspettare perché in breve si adegueranno anche i rendimenti proposti per i conti deposito.

C’è da dire un altra cosa: se l’alternativa è non fare nulla meglio investire. Lasciare i soldi liquidi sul conto corrente è una sciocchezza.

PENALI SUI VINCOLI

Un altro rischio dei conti deposito è il rischio intrinseco dello strumento e in particolare sui prodotti vincolati. Oltre ad avere un rischio emittente (il fallimento) o quello sull’andamento economico c’è anche il rischio, molto più terra terra, delle penali sui vincoli.

Se sottoscrivi un conto deposito vincolato per 3 anni e dopo 1 settimana ti rendi conto di aver fatto una cavolata per riavere indietro i tuoi soldi indietro (e non dopo i 3 anni come avevi firmato) potresti dover pagare delle penali, costanti o in percentuali alla somma vincolata, generalmente l’1% del capitale.

A volte una volta vincolata tale somma non è mai possibile svincolare anticipatamente. Se invece ci pensate dopo un paio di mesi o anche un attimo è molto probabile che dovrete pagare una penale e perdere tutti gli interessi maturati nel periodo. Una bella scocciatura, no?

COME SI CALCOLANO I RENDIMENTI DI UN CONTO DEPOSITO?

Per calcolare il rendimento del conto deposito basta un po’ di matematica!

Come per tutti i prodotti a tasso fisso (tipo per le obbligazioni) infatti calcolare il rendimento nominale è semplice.

La logica di base nel calcolo di quanto guadagnerete è questa:

Esempio: capitale € 1.000; tasso di interesse (lordo) 2%; durata 2 anni.

Il 2% lordo diventa 1,48 netto. Il 1,48% di € 1.000 per 2 anni è € 29,6. Sottrai lo 0,2% annuo (imposta di bollo quando obbligatoria) e diventa € 25,6.

Risultato: dopo 2 anni avrai € 1.025,60!

Facile no? 

E se sei pigro ho fatto pure un calcolatore di rendimento del conto deposito interattivo

CALCOLATORE ONLINE RENDIMENTO CONTO DEPOSITO

In vena di pazzie ho aggiunto un comodo calcolatore di conto deposito interattivo, basta inserire i campi e al resto ci pensa tutto lui, enjoy!

QUAL È IL MIGLIOR CONTO DEPOSITO IN ITALIA?

Molti si chiedono quale sia il miglior conto deposito in Italia. 

Come avrete capito non esiste una cazzo di risposta a questa domanda da quattro soldi perché entrano ed escono player sempre nuovi, sui tassi c’è una concorrenza bestiale e alla fine il prodotto è più o meno lo stesso.

Si tratta quindi di un mercato molto competitivo e in continuo mutamento anche se i player più famosi sono più o meno gli stessi:

Un conto deposito però deve essere tarato sulle vostre esigenze e non solo sul rendimento che offre.  Anzi, spesso bisogna fare attenzione ai conti depositi troppo appetibili.

Per capire quale è il conto deposito migliore per voi è utile comprendere come gli istituti finanziano il loro business. 

In generale le banche raccolgono il denaro dai risparmiatori proponendogli un tasso d’interesse come premio per il vincolo. Utilizzano poi quei soldi per concedere prestiti ad altri individui: mutui, finanziamenti ad aziende, prestiti per l’acquisto dell’auto o di oggetti di consumo.

Se il tasso proposto al risparmiatore è del 3% mentre quello proposto al debitore è del 7%, la banca avra un 4% di differenza che le servirà per pagare i costi dell’attività e avere un guadagno per il business. 

Se quindi avete bisogno di un vincolo per un breve periodo dovrete scegliere attività che hanno liquidità ricorrente e un business consolidato. Tipo CA bank finanzia i prestiti di auto quindi ha pagamenti costanti e può permettersi tassi più alti e formule meno vincolate.

Al contrario se volete vincolare il denaro per un periodo più lungo optate per istituzioni che abbiano un attività imprenditoriale di lunga visione (tipo Illimity Bank con i crediti deteriorati).

Si può quindi capire quale siano gli istituti con tassi a breve o lungo periodo più convenienti capendo come funziona il business principale. Ad esempio Ca Bank finanzia i prestiti per l’acquisto di vetture e quindi ha liquidità costante, si può perciò permettere di garantire conti facilmente svincolabile.

Al contrario Illimity lavora molto sui crediti deteriorati quindi ha bisogno di tempo per far carburare il business, perciò è ottimo per vincoli dai dai 36 mesi in sù.

Anche se siete coperti dal fondo interbancario affidate il vostro denaro ad istituti con un pedigree o con almeno qualche bilancio depositato. Diffidate sempre di chi offre tassi fuori mercato o prodotti con nomi complessi o altisonanti.

Come sempre a maggiore rendimento corrisponde maggiore rischio.

ADDENDUM: SFRUTTATE LE PROMOZIONI SUI CD

A volte gli istituti di credito fanno particolari promozioni per i nuovi clienti sui tassi in altri casi si può guadagnare qualche extra punto con promozioni speciali.

Ad esempio richiedendo una carta CA Futura si può acquistare un coupon convertibile in uno miglioramento dei tassi pari allo 0,20%.

L’importante sta nel tenere d’occhio e capire un po’ il periodo storico sottoscrivendo il vincolo giusto. State però attenti alle promozioni farlocche e imparate a fare i conti.

Quando vedete promo tipo “Conto Deposito vincolato a 6 mesi con 3% di interesse lordo annuo”, cosa vuol dire? Che nei sei mesi di deposito guadagnerai solo lo 0,5%, non l’1%!

Paraculi sempre!

CONCLUSIONE DELLA GUIDA AI CONTI DEPOSITO

Questo articolo è stato modificato una decina di volte. La prima versione è stata scritta dal mio buon amico Lorenzo un esperto alquanto strampo di cryptovalute e conti deposito. Ha un portafoglio sociologicamente affascinante.

Il tempo purtroppo ha reso l’articolo un po’ antiquato e l’ho dovuto ristemare. Ho cercato di mettere tutte le informazioni più per capire come funzionano i conti deposito e darvi informazioni complete. 

Se tutto ciò non vi basta Lorenzo ha scritto un ottimo libro su Amazon, se avete dubbi fa al caso vostro!

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon da questo link o usa i miei referral:

  • NEN: 48€ di sconto su ogni fornitura di luce e gas, 96€ se fate la combo usando il codice promo NeN SCONTOCAFONE48
  • CURVE: 1% di cashback su tutte le spese aprendo un nuovo account da questo link ed effetuando almeno 5 transazione da 2£
  • BBVA: 10€ all’iscrizione dopo una prima transazione con carta, 10€ per domiciliazione, 4% di cashback sulle spese, 4% di interessi su liquidità. Qui per il codice promozionale.
  • CREDEM: Apri un conto utilizzando il codice promozionale CREDEM100 e spendi almeno 200€ al mese con la carta di debito per ricevere fino a 100€ di buoni amazon
  • CREDIT AGRICOLE: Fino a 100€ di buoni Amazon aprendo un nuovo conto e usando la carta VISA. Clicca qui per capire come funziona la promo.
  • AUDIBLE: 30giorni di abbonamento gratuito ai nuovi iscritti
  • THE FORK: Apri un profilo, fai una prenotazione e usa il codice sconto 84530FDA per ricevere 2000 YUMS in regalo, pari a 50€ di sconto

FONTE IMMAGINE: Ken Teegardin, Flickr, https://www.flickr.com/photos/teegardin/6093700157

Sull'autore

FinanzaCafona

Founder & Editor

Sono un povero come te che scrive la maggior parte degli articoli di questo blog. Non mi dare troppo retta perché sono un fesso senza studi economici o finanziari però, se vuoi, puoi amarmi.

Guarda tutti gli articoli