Un grande problema delle attività utili è che sono noiose. Ma tanto eh.

E il risparmio fa parte di questa schiera di attività dolorose e soporifere. In quanto esseri umani schiviamo qualsiasi evento di questo tipo come io schivo Tik Tok.

È una sorta di istinto primordiale di sopravvivenza mentale

Eppure sono una persona positiva e sono un convinto sostenitore di come tutto possa diventare divertente, questo blog ne è la dimostrazione, no?!

Essendo un pazzo nel corso degli anni mi sono inventato dei giochi di ruolo da fare per risparmiare, oggi ve ne racconto un paio.

Contenti?

risparmiare giocando con maurizio mosca che mi denuncia

Si si segna Maurì!

Mi sono inventato dei giochi per mettere dei soldi da parte… e quindi?

Potete farli da soli come sfida personale oppure tra amici o con la vostra compagna/o, volete giudicarmi per questo?

Ecco, muti. Lo sapevo.

Sono divertenti, ve lo assicuro. Funzionano meglio però se li fate in gruppo.

Alla fine il bello delle sfide è vincere e il principale stimolo per fare meglio è il confronto. Inoltre farlo in coppia vi aiuterà a mantenere l’attenzione in quanto avrete sempre qualcuno pronto a pungolarvi per proseguire il giochino.

Andiamo!

1. SVUOTA LA DISPENSA

La mentalità dei nonni ci è rimasta tatuata nella testa. Accumuliamo cibo nella dispensa in preparazione di una catastrofe come una pandemia o una guer… o cazzo.

Vabbè.

I nonni avevano un motivo valido per avere una la cucina carica di cibo in quanto hanno vissuto da piccoli la povertà e subito la fame. Noi stiamo bene e non ne abbiamo così bisogno ma continuiamo ad accumulare roba da mangiare inutilmente.

Una challenge fica è quella di mangiare per una settimana solo il cibo già comprato e che si trova presente nel frigo o in dispensa.

Al massimo vi potete comprare un po’ di pane o della verdura fresca. Poca eh.

Vi renderete conto di 2 cose:

  • Di quanta roba avete accumulato (un buon 100€ di euro di spesa)
  • Stimolerà la fantasia nell’inventare nuove ricette originali

Avrete risparmiato soldi sulla spesa alimentare e scoperto un paio di ricette nuove.

Io ho fatto questa sfida qualche settimana fa e un giorno mi sono fatto gli spaghetti burro e alici. Piatto pazzesco, giuro!

Però ecco, state attenti a non avvelenarvi.

2. RIEMPI IL SALVADANAIO

Vi ricordate quando alle elementari la maestra faceva il giochino del “più bravo” in classe? A fine giornata l’insegnante sceglieva i 2 o 3 bambini più bravi donandogli uno sticker con una stellina da appiccicare poi in un cartellone in classe. 

A 7 anni era subito chiaro chi sarebbe diventato un cinico criminale, chi un membro della chiesa luterana e chi il nuovo presidente di una municipalizzata sotto la DC.

Il principio del gioco del salvadanaio è simile

Prendete un barattolo bello grande (se possibile trasparente) e sigillatelo in modo da non poterlo aprire facilmente.

A ogni azione buona (o cattiva) aggiungete una moneta. Scegliete un target minimo oppure definite un “prezziario” a seconda dell’azione svolta. 

Azione che può essere in senso positivo o punitivo.

Nel primo caso potreste fissare un obiettivo (tipo farvi un regalo) e ogni buona azione vi avvicina alla sua realizzazione perché crescerà il capitale.

Se invece scegliete la strada punitiva sarete costretti a pagare pegno per lo sgarro.

Ecco qualche consiglio:

  • Mangiate troppi dolci
  • Ogni sigaretta fumata
  • Per aver ciondolato a casa 
  • Ogni volta che rimandate un task
  • Troppe parolacce

Sull’ultima evitate di fare i furbi come Biascica!

3. LA GIORNATA MENO CARA

A vent’anni presi un abitudine un po’ strana.

Viaggiavo molto con la mia ex ma i soldi erano pochi e quindi mi facevo sempre uno schemino. Niente di malato, si trattava di un piccolo file excel in cui segnavo tutte le spese giorno per giorno.

Se spendevo una cifra minore della media mi sentivo molto soddisfatto e condividevo il mio traguardo con la mia compagna di viaggio. 

La reazione era simile a quella di Lady Cafona quando le voglio spiegare qualche concetto di finanza personale: un malcelato compatimento per la mia condizione clinica.

Il problema è che Lady C. mi guarda con vero amore mentre quella bestia di satana bionda della mia ex no.

Mi prendeva per il culo per questa mia abitudine, un sacco.

Questo per i primi 3 giorni, poi cominciò a chiedermi aggiornamenti sui risultati.

Insomma nonostante mi sfottesse alla fine era entrata nel mood della “giornata meno cara” e contribuiva al progetto.

Se volete anche voi seguire il mio esempio vi consiglio di segnarvi le spese giorno per giorno in una cella e in una altra di spalmare l’ammortamento dei costi fissi (aereo, albergo e spesa). In questa maniera avrete dei dati corretti e potrete cercare soluzioni giornaliere per diventare terribilmente taccagni.

Sembra folle lo so, ma diventa una sorta di caccia al tesoro.

(Nota: Si, mi pentirò amaramente a casa di questo aneddoto)

4. LA GARA DELLO SCONTO

Forse sono matto ma ho un piacere perverso nel trovare sconti e incrociare tecniche per abbassare lo scontrino dei miei acquisti.

Credo sia patologico eppure mi diverte un sacco farlo e “sconfiggere” l’azienda famosa comprando sottocosto il bene con intricate strategie di risparmio.

Alla fine credo sia il meccanismo di Pazzi per la spesa e dei coupon americani, no?

Il gioco in sé è semplice: abbattete il prezzo facendo un giro di siti di cashback, coupon sconto, carte con cashback e confronto dei prezzi.

Poi bullatevi con i vostri amici o scrivetemi una mail come hanno già fatto altri lettori, davvero bravi peraltro! 

Le cose sono belle in quanto condivise, se non avete amici o una dolce metà con la vostra stessa parafilia potete raccontarmelo a me, vi leggo con perversa passione. 

5. UOMO VS STATISTICA

La mia vecchia e disgraziata Peugeot 207 aveva un piccolo computer di bordo a cristalli liquidi in cui venivano segnalati i km percorribili con la benzina nel serbatoio.

L’informazione era sia espressa in numero di km sia in km/l. La cosa bella è che si aggiornava costantemente a seconda dello stile di guida. 

Essendo nato a Roma per anni ho guidato col piede pesante e in preda all’isteria, poi mi sono calmato.

A quel punto ho guardato quello schermetto con maggiore interesse fino a chiedermi:

Ma quale è la media di consumo per la casa madre?

Sono andato a cercare l’informazione su Quattroruote e ho deciso di battere costantemente quella statistica. Dovevo trovare un modo di guida più efficiente e dimostrare che i dati della casa erano una menzogna e potevo fare meglio.

Ciò non vuole dire guidare come un pazzo a 50 all’ora in autostrada ma trovare un modo risparmiare sul carburante tipo:

  • Evitare frenate brusche
  • Mantenere l’accelerazione su giri di motore bassi (ma non troppo)
  • Usare il freno motore
  • Avere gli pneumatici sempre gonfi
  • Tenermi dietro lo specchietto tutte le Audi sfanalanti con guidatori dotati di micro pene in una strada piena di autovelox per poi cambiare corsia 150 metri prima in modo da fargli prendere 400€ di multa per eccesso di velocità.

Insomma cose così, semplici. 

Vi giuro, è stata una sfida divertente e spendevo davvero poco in benzina!

Alla fine questo è il principio del budget: fissarsi un obiettivo e rimanere sotto alla soglia prefissata. Ma è bello vincere contro una statistica o un sistema!

Potete replicare il giochino in tante maniere. Potreste ad esempio prendere il report Consob sulle abitudini di spesa degli italiani, buttare giù un paio di dati e provare a fare meglio della media.

CONCLUSIONE SUI GIOCHI PER RISPARMIARE

Si, sono pazzo. E mi amate per questo.

Non criticatemi e fatevi un’analisi esistenziale in quanto lettori affezionati.

Che poi lo so, l’avete anche voi qualche giochetto matto per risparmiare soldi di cui vi vergognate.

Liberatevi, questo è un territorio libero: scrivetelo nei commenti e condividetelo, su su!

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon da questo link o usa i miei referral:

  • NEN: 48€ di sconto su ogni fornitura di luce e gas, 96€ se fate la combo usando il codice promo NeN SCONTOCAFONE48
  • AUDIBLE: 30giorni di abbonamento gratuito ai nuovi iscritti
  • THE FORK: Apri un profilo, fai una prenotazione e usa il codice sconto 84530FDA per ricevere 2000 YUMS in regalo, pari a 50€ di sconto
  • BLU AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • PAYBACK AMERICAN EXPRESS: 12000 punti payback (60€ di sconti) dopo una spesa di 1000€ in 3 mesi

About the Author

FinanzaCafona

Founder & Editor

Sono un povero come te che scrive la maggior parte degli articoli di questo blog. Non mi dare troppo retta perché sono un fesso senza studi economici o finanziari però, se vuoi, puoi amarmi.

View All Articles