Parlando di Vinted o Wallapop ho sempre fatto riferimento a quanto siano ottime piattaforme per vendere oggetti e mai di quanto siano interessanti per fare shopping consapevole (finanziariamente, ovvio).

Non è mica colpa vostra ma mia. Spendo poco Spendo poco e quando lo faccio tendo a comprare roba che mi dura qualche anno. Inoltre spesso sfrutto la tecnica del “se entra qualcosa esce un oggetto”. In questo modo mi libero del peso di acquistare oggetti in continuazione.

Nelle ultime settimane ho deciso di rinnovare l’armadio e quindi ho cominciato subito a fissare un budget consistente per fare acquisti ch…

Come fare shopping consapevole: livello master! - Finanza Cafona

Ehm, in effetti.

Da questa esperienza di acquisto ho sviluppato un nuovo percorso per fare shopping nella maniera più efficiente possibile, sfruttando ogni singolo gap del consumismo e con ogni app o piattaforma disponibile sul mercato.

Insomma prendetela come una summa dei tanti articoli che ho scritto in passato sul tema.

Ahivoi, essendo incapace di dissociare la mia vita personale da quello che scrivo tutta la narrazione seguirà la mia esperienza d’acquisto di questi giorni. 

1. CAPIRE DI COSA SI HA BISOGNO

La prima cosa che ho fatto è stata di aprire l’armadio.

Ho visto cosa mi mancava e ricordato mentalmente le bestemmie mattutine alla ricerca di quel capo che “mortacci mia se l’avessi comprato”. Alla stessa maniera ho cominciato a fare una selezione mentale di quali maglioni, magliette o pantaloni che non uso da anni o  non ho proprio mai indossato (ritacci mia)

Avete presente quelle felpe oppure quegli oggetti che comprate con l’intenzione di cambiare stile? Stile che, però, non cambierete MAI?

Quelli.

In questa fase ho segnato i capi tipo che mi servirebbero (un chino nero, delle magliette unicolor per tutti i giorni, etc) e anche quella roba di cui vorrei sbarazzarmi.

2. FISSARE IL BUDGET DELLO SHOPPING

Grazie al punto uno ho capito quali tipi di indumenti mi servivano.

Il grande problema della vita, mia come della vostra, è che i sogni sono infiniti ma i soldi nel portafoglio sono finiti… avoja da quanto son finiti!

Come per qualsiasi altra cosa nella vita questo è il momento per essere concreti e fissare un budget, cioè il limite massimo spendibile.

Io preferisco fare dei progetti di risparmio, accumulare denaro con calma e usare il credito acquisito quando ho trovato esattamente quello che voglio oppure quando ho raggiunto l’obiettivo di risparmio.

Non tutti siamo uguali quindi voi potreste scegliere di fare tutti gli acquisti in un mese specifico (tipo durante i saldi) oppure scalando le spese mese per mese. Decidete voi quale sia la tecnica migliore per il vostro caso.

Il budget fissato può essere implementato con altri fondi che io chiamo “di furbizia”:

Insomma tutte quelle modalità che permettono di aumentare il budget in maniera furba e secondo i principi degli #AcquistiTaccagni.

3. FARE UNA LISTA DEI DESIDERI

Prima di comprare metto tutto quello che mi garba in una lista dei desideri.

Gran parte dello shopping compulsivo si basa sulla frenesia d’acquisto, sull’affare dell’ultimo minuto, sulla voglia insana di acquistare. Tutte cazzate.

Fatevi una lista, non comprate un cazzo subito e riguardatela qualche giorno dopo. Metà della roba la cancellerete, tempo due settimane e vi saranno rimasti al massimo uno o 2 oggetti.

Quelli che rimangono li comprate. Li volete e forse ve li meritate pure.

La lista dei desideri ha salvato tantissimi di voi nel corso di questi anni. Si tratta di una tecnica così banale ma così incredibilmente efficace che al solo pensarci mi viene da darmi del genio.

Scusate di che parlavamo? Ah si!

Il punto 1 ci ha fatto capire quale tipo di oggetto serve (nel mio esempio delle magliette unicolor), la lista ci permette di segnare il prodotto specifico da acquistare.

Per farlo usate un pezzo di carta, un taccuino oppure un file excel, fatevelo come vi pare l’importante è che lo abbiate sempre con voi o che sia consultabile con facilità.

Pensa che bello se esistesse un foglio di calcolo per lo shopping che unisca il budget, i bisogni e le liste dei desideri.

Mamma mia, il paradiso vero.

Ah si! L’ho fatto io:

EXCEL LISTA DEI DESIDERI FARE SHOPPING RISPARMIO
La scaricate qua, gratis.

Nella legenda a destra dovete semplicemente inserire il vostro budget.

Spuntando i checkbox nella colonna “Buy”, le righe “spesa” e “budget rimasto” si aggiorneranno in automatico. La prima indica quanto avete speso, la seconda quanto vi rimane del limite fissato

Potete usare anche la funzione checkbox per ipotizzare dei preventivi modello su cosa effettivamente potete permettervi. Sulle varie righe ficcate il prodotto che vi interessa con una breve descrizione, il brand (o la categoria), prezzo, note e link di dove acquistarlo.

Per ora nel prezzo finale non inserite sconti o altro.

Ora comincia la caccia.

4. CERCARE SU VINTED O WALLAPOP

Non siete gli unici che comprano oggetti per poi pentirsene e metterli in vendita.

È pieno di gente così.

Alcuni prendono gli oggetti, li usano e poi perdono interesse, altri ricevono regali ma non vanno mai a cambiarli e poi ci sono i miei preferiti: coloro che comprano oggetti e poi li usano due volte.

Che sia Vinted o Wallapop o Ebay è pieno di coglio… persone che vogliono sbolognarvi ad un terzo del prezzo i beni da voi desiderati.

Prima di andare a comprare roba nuova fatevi un giro su queste piattaforme.

Io ad esempio da un paio di anni voglio acquistare questo cappotto di Uniqlo.

Costa 150€, non è niente di speciale e al massimo potrei raccattare un 3% di cashback con Buyon. Essendo il marchio abbastanza noto mi son messo a cercare su Vinted e l’ho preso praticamente nuovo ad un tizio francese per… 40€!

Ho pagato lo stesso identico oggetto a meno del 30% del prezzo originale. Famo il 35% perchè i francesi puzzano e prima di indossarlo l’ho portato in tintoria per disinfettarlo che manco un reparto maternità sotto Covid.

Avete capito dove voglio andare a parare? Sfruttare l’incapacità degli altri.

In questo modo si ottengono diversi vantaggi:

  • Risparmio
  • Si possono acquistare più oggetti della lista perché il budget viene sfruttato meglio
  • Meno inquinamento ed economia circolare (non ve ne fotte un cazzo ma alle cene sono termini pazzeschi per sembrare contemporanei)

Massimizzate questo sistema in periodi strategici. Il mio buon amico Lucifero ha fatto un calcolo: post Black Friday o dopo le vacanze natalizie gli annunci nei siti di vendita aumentano a causa di regali non graditi. Spesso trovate roba ancora con le etichette!

Tuffatevici dentro! Insinuatevi nelle magli del consumismo! Approfittate del capitalismo!

E attenzione anche a capire la differenza tra essere attirati dalle offerte in app e cercare qualcosa. Nel primo caso noi siamo passivi: scarichiamo Vinted o Wallapop, veniamo ingolositi da uno dei mille annunci e compriamo per il senso di urgenza.

Stesso meccanismo dei negozi: vittime.

Nel secondo caso invece noi siamo la parte attiva della scelta: abbiamo un budget, abbiamo fatto una lista di oggetti che ci servono e ne abbiamo scelti alcuni specifici.

Cerchiamo esattamente quello non altra roba. Siamo carnefici.

5. COMPRARE NUOVO IN NEGOZIO

Non tutto può essere comprato online e questo sia perché non le trovate in mercatini virtuali sia perché, e vi capisco, può farvi schifo.

Son scelte e ci sta, questo non vi rende meno taccagni. La strada quindi è quella di comprare in negozio oppure nello shop online. .

Questo però non vuol dire comprare a cazzo e anzi dovreste seguire il memorandum degli Acquisti Taccagni, cioè ficcarvi in ogni cazzo di zona grigia possibile per rosicchiare uno sconto extra.

Sfruttate a cascata vari tipi di sconti: acquisire carte regalo scontate (tipo di Amazon), carte fedeltà, sconti per il primo acquisto sul negozio (usate più mail), comprate analizzando i cicli del prezzo medio con Keepa, attraverso i coupon con Honey, con gli sconti dei siti di cashback oppure usando la vostra Blu American Express

In molti casi potreste usare in concatenazione diverse soluzioni. Se siete smargiassi potreste addirittura tentare una contrattazione in negozio fisico.

Fate come vi pare ma non pagate la cifra piena.

Sembra assurdo ma è semplicissimo: aspettate.

Comprate nel momento giusto per voi e non nella foga di farlo. Vi sembrerà assurdo ma Il tempo è un amico gratuito e fedele!

CONCLUSIONI SU COME FARE SHOPPING DA VERO TACCAGNO

Stranamente questo articolo esce prima del Black Friday, della festa di San Ambrogio e Immacolata o ancora di quelle natalizie. 

Pensate, non è un caso ma un invito a riflettere.

Questo percorso per fare compere può essere un ottimo modo per non venire sovrastati dall’ansia delle pubblicità push e dalla pressione dello shopping natalizio a tutti i costi.

Ma va bene anche per qualsiasi altro periodo dell’anno 

È un percorso che può essere usato da tutti e comprende un sacco di buone abitudini: ragionare sugli acquisti, fissarsi un budget, cercare i prodotti giusti, scovare colpi sul mercato dell’usato sfruttando altri fessi e, in caso, comprare aspettando il momento più propizio grazie a sconti, coupon o tecniche per risparmiare.

Provate ad usare questo percorso, scaricatevi il mio file excel per le liste e pensate a come potreste usare lo stesso metodo per altre situazioni della vostra vita!

Puoi sostenere il blog spammandomi ovunque, seguendomi su Twitter o Telegram o iscrivendoti alla Newsletter. Se invece vuoi mostrare il tuo apprezzamento in altra maniera acquista su Amazon da questo link o usa i miei referral:

  • NEN: 48€ di sconto su ogni fornitura di luce e gas, 96€ se fate la combo usando il codice promo NeN SCONTOCAFONE48
  • AUDIBLE: 30giorni di abbonamento gratuito ai nuovi iscritti
  • THE FORK: Apri un profilo, fai una prenotazione e usa il codice sconto 84530FDA per ricevere 2000 YUMS in regalo, pari a 50€ di sconto
  • PAYBACK AMERICAN EXPRESS: 10000 punti payback (50€ di sconti) dopo una spesa di 1000€ in 3 mesi

Sull'autore

FinanzaCafona

Founder & Editor

Sono un povero come te che scrive la maggior parte degli articoli di questo blog. Non mi dare troppo retta perché sono un fesso senza studi economici o finanziari però, se vuoi, puoi amarmi.

Guarda tutti gli articoli