Te lo hanno inculcato in testa sin da piccolo: comprare casa è un investimento.

Veniamo da una società agricola e povera e il primo pensiero dei nostri nonni e dei nostri genitori (che avevano una vita molto più umile della nostra) era quello di avere da mangiare sempre, di avere un tetto sulla testa, di guadagnare degnamente e senza fare grossi debiti.

Il miglior modo di investire i risparmi erano solo: comprare casa e comprare titoli di stato.

Così si è retta la nostra economia dal dopoguerra fino a poco fa.

Ma comprare casa NON è un investimento.

Per Treccani:

investiménto s. m. [der. di investire]. – 1. Impiego di una somma di denaro in un’impresa o nell’acquisto di valori o anche di oggetti: fare un buonun cattivo i., un isbagliato. In senso più tecnico, la trasformazione di risparmio in capitale (nell’uso com. si parla però, anche se impropriamente

Cosa vuol dire? Vuol dire prendere i propri soldi e metterli in qualcosa che renda più denaro attraverso attività di impresa o investimenti di vario tipo (finanziari, oggetti, etc).

La casa non genera grosse plusvalenze, dal 1890 ad oggi il rendimento reale di un immobile è dello 0,2%

E’ poco più del tasso di interesse che vi dà la vostra banca se tenete i soldi sul conto senza fare niente. Chi ci guadagna davvero è un imprenditore. Una persona che fa attività di impresa e attraverso la casa (che è il mezzo con cui fa attività di impresa) fa rendere più denaro.

Il problema è che i vostri nonni facevano i conti della serva. Guardavano alle cifre grezze e stop.

Compravano casa a 200 milioni? Beh ora vale 400.000 mila euro! Cacchio sono un genio imprenditoriale! 

Ma basta fare un po’ di conti per vedere che il rendimento della casa è del:

400.000 (euro)  x 1936.27 (cambio lira/€) = 774.5 milioni / 200 milioni = 3.87.

Il rendimento è del 3,87%, beh non male vero? No è terribile.

Questo perché non metteno in conto l’inflazione (ovvero l’aumento di prezzi di beni e servizi) che dal 1980 è di 3,97%

I simpatici e arzilli boomer hanno perso ogni anno lo 0,10%. E questo senza mettere in conto le spese nascoste per l’acquisto di casa: costi di manutenzione, lavori di ristrutturazione, notaio, tasse come imu et simila, catasto, costi di agenzia, interessi del mutuo, etc.

Cosa vuol dire? Che i tuoi nonni hanno perso UN BOTTO DI SOLDI comprando casa. E questo se hanno comprato in grandi città come Roma, Milano o Bologna. Se hanno investito nella casa di paese è stato un bagno di sangue.

Anche se compri casa per affittarla rischi tantissimo. Il nostro sistema legislativo tutela l’inquilino e pochissimo il proprietario, cosa vuol dire? Che se ti occupano casa prima di sgomberarla ci metti almeno 1 anno.

Inoltre è il bene illiquido per eccellenza: se hai bisogno di soldi non vendi casa nel giro di un paio di ore ma ci metti mesi. Un azione oppure l’oro o un oggetto di collezionismo lo vendi in poco tempo, per la casa non vale lo stesso ragionamento.

comprare casa non è un investimento

Quindi: non devo comprare casa? No, anzi.

La casa è un acquisto da fare, ponderato e con ragione, ma deve essere fatto sapendo che non sarà un investimento.

La casa è una sicurezza: è la sicurezza di avere un alloggio per gran parte della vita, è la sicurezza di avere un posto creato secondo il proprio gusto, è la sicurezza della tranquillità di possedere qualcosa di proprio.

E’ una sicurezza psicologica, non finanziaria. Se vuoi fare un investimento è un’altra cosa.

Ma tanto sei un morto di fame a partita iva, quindi camperai in affitto a vita!

Se vuoi leggere altri articoli vai sulla WikiCafona, seguimi su Twitter o Telegram. Puoi sostenere Finanza Cafona economicamente acquistando su Amazon, facendo una donazione con Ko-fi o usando i miei codici Fintech:

  • AMERICAN EXPRESS: 5% di cashback sugli acquisti per 6 mesi richiedendo la Blu American Express
  • DIRECTA SIM: bonus commissionale di 50€ per i nuovi clienti inserendo nelle note del modulo d’adesione la dicitura: “Codice AMICO AM08279” e facendo un eseguito entro il 15 novembre
  • BUDDYBANK: 40€ gratis se aprite un conto corrente come nuovo cliente usando il codice D966DF
  • VIVID MONEY: conto e carta gratuita, ricchi cashback, 3 mesi prime gratis, 20€ in regalo dopo una spesa di 20€
  • YAP: 10€ di cashback sugli acquisti con il codice VITTORIOSIM
  • CURVE5€ alla prima transazione con il codice GDP4LQVE 
  • SATISPAY: 2€ gratis con il codice VITTORIOSIMONE